Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:30
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Bonaccini frena sull’alleanza Pd-M5S: “Non è scontata”

Immagine di copertina
Stefano Bonaccini. Credit: Ansa

"La decisione non si prende a tavolino", ha dichiarato il presidente dell'Emilia Romagna ed esponente Pd in un'intervista al Corriere della Sera

Il governatore dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini ha dichiarato che l’alleanza tra il Pd e il Movimento Cinque Stelle “non è affatto scontata“. L’esponente dem è intervenuto in proposito in un’intervista al Corriere della Sera“Se il Movimento, o quel che sarà dopo quel che sta accadendo, confermerà una impostazione europeista, riformista e progressista, allora sarà giusto considerarlo un naturale alleato del Pd“, ha osservato Bonaccini. “Ma a differenza di qualcuno che vede una alleanza come già decisa a tavolino, come una fusione a freddo, penso che quel “se” sia molto importante per costruire una coalizione larga e senza pregiudizi”, ha aggiunto.

Per il presidente dell’Emilia Romagna il problema principale del Pd è legato all’identità. “Dobbiamo ritrovare una identità ben definita”, dice, “con un profilo che tenga insieme i diritti civili ma anche e soprattutto quelli sociali, che sono fondamentali per avere un elettorato largo e magari convincere qualcuno che non ti ha mai votato”. Riguardo invece alle tensioni tra Grillo e Conte nel Movimento Cinque Stelle, Bonaccini si limita a dichiarare che “sarebbe demenziale mettere a rischio la tenuta del governo Draghi per ragioni di rivalità interne al movimento” e che adesso “l’Italia ha bisogno di stabilità per uscire dalla pandemia”.

Leggi anche: 1. Grillo è l’uomo sbagliato per il Movimento giusto, Conte l’uomo giusto per il Movimento sbagliato (di Giulio Gambino) /2. La casa giusta per Conte non è il M5S né il Pd ma un nuovo partito dal basso

Ti potrebbe interessare
Politica / Renzi: “Non vi preoccupante, entro venerdì avremo un nuovo presidente della Repubblica”
Politica / Quirinale, Salvini: “Il centrodestra farà proposte di alto livello. Non faccio nomi”
Cronaca / Bollette, il governo valuta nuove misure per contrastare i rincari record: oggi cabina di regia e consiglio dei ministri
Ti potrebbe interessare
Politica / Renzi: “Non vi preoccupante, entro venerdì avremo un nuovo presidente della Repubblica”
Politica / Quirinale, Salvini: “Il centrodestra farà proposte di alto livello. Non faccio nomi”
Cronaca / Bollette, il governo valuta nuove misure per contrastare i rincari record: oggi cabina di regia e consiglio dei ministri
Politica / Quirinale, il vice di Conte a TPI: “Pronti a votare con il centrodestra, serve un candidato che unisca”
Politica / Quirinale, Crippa (M5S): “Mattarella resta nome estremamente importante per noi”
Politica / Quirinale, incontro Toti-Renzi: se Berlusconi esce di scena, pronti a unire le forze
Politica / Tradimenti, bigliettini, colpi di scena: il grande romanzo del voto sul Quirinale (di S. Mentana)
Politica / Da Berlusconi a Draghi passando per il Mattarella bis: ecco chi sono i papabili per il Quirinale
Politica / “Io alternativo agli ultra-liberisti, Draghi e Berlusconi hanno fatto danni” (di P. Maddalena)
Politica / Dalla minaccia Berlusconi alla svolta presidenzialista di Draghi: il Quirinale può cambiare i destini dell’Italia