Covid ultime 24h
casi +13.571
deceduti +524
tamponi +279.762
terapie intensive -26

La truffa dei 19,90 euro prelevati dai conti correnti: cosa c’è da sapere e come difendersi

Di Laura Melissari
Pubblicato il 25 Feb. 2019 alle 15:11
0
Immagine di copertina

Una nuova truffa sta preoccupando i correntisti italiani. La polizia postale ha ricevuto moltissime segnalazioni da utenti che hanno denunciato prelievi sospetti dal proprio conto corrente.

La “nuova truffa” interessa ignari titolari di conti correnti che hanno autorizzato pagamenti tramite domiciliazione bancaria con Rid (richiesta di addebito diretto). Apparentemente la richiesta di addebito arriva dal titolare stesso, ma in realtà di tratta di autorizzazioni con dati personali rubati.

Il Rid è quello strumento che viene usato per pagare automaticamente servizi come bollette del gas, dell’acqua, ecc.

L’importo della truffa è di 19,90 euro e potrebbe dunque facilmente sfuggire tra i movimenti del proprio conto corrente.

Gli esperti della Polizia Postale suggeriscono dunque di controllare di frequente la lista delle transazioni del proprio conto corrente, grazie alle app della propria banca. In caso di anomalie e di pagamenti sospetti tramite Rid, è necessario fare immediatamente una segnalazione al proprio istituto di credito.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.