Covid ultime 24h
casi + 9.789
deceduti +358
tamponi +190.635
terapie intensive +8

I terribili insulti rivolti a Laura Borldrini sul web

L'onorevole Laura Boldrini, presidente della Camera dei deputati, ha pubblicato sul suo profilo una serie di insulti ed espressioni d'odio tratti dai commenti Facebook

Di TPI
Pubblicato il 25 Nov. 2016 alle 12:24
0
Immagine di copertina

Oggi si celebra la giornata mondiale contro la violenza sulle donne. L’onorevole Laura Boldrini, presidente della Camera dei deputati dal 2013, ha voluto approfittarne per pubblicare sul suo profilo Facebook un’immagine che raccoglie alcuni tra i terribili insulti ricevuti online nei commenti ai suoi post precedenti risalenti all’ultimo mese. Minacce e parole pesanti, espressioni d’odio e del più becero maschilismo, che l’onorevole ha deciso di pubblicare per denunciare la violenza psicologica subita da lei come da tante altre donne che non hanno il coraggio di denunciarla. 

—- Leggi anche: Tutti i numeri da conoscere sulla violenza contro le donne nel mondo 

Queste sono state le sue parole: 

Nella giornata contro la violenza sulle donne vorrei sottoporre alla vostra attenzione un fenomeno sempre più frequente e inaccettabile: l’utilizzo nei social network di volgarità, di espressioni violente e di minacce, nella quasi totalità a sfondo sessuale. Ho selezionato e vi mostro solo alcuni messaggi tra quelli insultanti ricevuti nell’ultimo mese. Ho deciso di farlo anche a nome di quante vivono la stessa realtà ma non si sentono di renderla pubblica e la subiscono in silenzio. Ho deciso di farlo perché troppe donne rinunciano ai social pur di non sottostare a tanta violenza. Ho deciso di farlo perché chi si esprime in modo così squallido e sconcio deve essere noto e deve assumersene la responsabilità.

Leggete questi commenti e ditemi: questa si può definire libertà di espressione? 

(Qui sotto il post pubblicato questa mattina dall’on. Laura Boldrini)

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.