Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 20:16
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Himalaya: muore l’alpinista mantovano Simone La Terra

Immagine di copertina
Una foto di Simone La Terra tratta dal suo sito internet.

Aveva 36 anni, originario di Castiglione delle Stiviere, in provincia di Mantova, e stava scalando il Dhaulagiri. Si trovava dentro una tenda collocata a un'altitudine di 6.900 metri quando è stato spazzato via dal forte vento che colpiva la vetta dell'Himalaya

L’alpinista italiano Simone La Terra è morto in Nepal mentre stava scalando il Dhaulagiri, vetta dell’Himalaya, domenica 29 aprile 2018.

Aveva 36 anni, originario di Castiglione delle Stiviere, in provincia di Mantova, il suo corpo è stato ritrovato a 6.900 metri di altitudine quando la tenda in cui si era riparato è stata spazzata via dal forte vento che soffiava sull’Himalaya.

L’annuncio della morte di La Terra è stato diffuso dall’organizzatore della spedizione, Dambar Parajuli.

Secondo quanto riferito, l’alpinista era dentro una tenda collocata a un’altitudine di 6.900 metri quando è stato letteralmente spazzato via dal forte vento che colpiva in quel momento la vetta.

Subito La Terra è stato cercato dai suoi compagni, che sono scesi sulle rocce a piedi, mentre un elicottero di soccorso, sfidando le pessime condizioni meteorologiche, sorvolava la zona.

Parajuli ha raccontato: “Il suo corpo è stato trovato stamattina 800 metri sotto il luogo in cui era accampato”.

Ulteriore conferma è arrivata anche dal portavoce del dipartimento del turismo del Nepal, Ram Prasad Sapkota, che ha detto: “Il suo corpo è stato recuperato e portato a Katmandu”.

La Terra aveva al suo attivo 5 vette oltre gli 8mila metri e diversi tentativi in Himalaya, sempre senza ossigeno e senza portatori d’alta quota.

Nel suo sito internet si definiva un “high attitude climber” e aveva iniziato a scalare le cime più alte fin dal 2005.

La vetta del Dhaulagiri, con i suoi 8.167 metri, è la settima cima più alta al mondo.

Dal 1960, anno in cui fu scalata per la prima volta, sono 83 le persone che vi hanno trovato la morte.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Esteri / Papa Francesco: “No vax anche tra i cardinali. Uno è ricoverato. Sì alle unioni civili per gli omosessuali”
Esteri / Instagram danneggia la salute mentale delle adolescenti. Facebook lo sa, ma non fa niente
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Esteri / Papa Francesco: “No vax anche tra i cardinali. Uno è ricoverato. Sì alle unioni civili per gli omosessuali”
Esteri / Instagram danneggia la salute mentale delle adolescenti. Facebook lo sa, ma non fa niente
Esteri / “Il burqa non è nella nostra cultura”: la campagna social delle donne afghane contro i talebani
Ambiente / Mattanza di delfini alle isole Faroe per la tradizionale caccia Grindadrap
Esteri / Israele, morto per Covid il leader dei no vax. Anche dall’ospedale incitava i suoi: “Continuate le proteste”
Esteri / “Dopo l’assalto a Capitol Hill i militari tolsero a Trump l’accesso alle armi nucleari”
Esteri / La Corte europea dei diritti dell’uomo: il green pass “non viola i diritti umani”
Esteri / Incendio in Spagna: migliaia di persone in fuga dalle fiamme vicino alla Costa del Sol
Esteri / Patrick Zaki, prima udienza del processo a suo carico