Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » News

Bambini fanno sesso a tre e il video circola su WhatsApp: la Procura di Firenze apre un’inchiesta

Immagine di copertina

Un video a luci rosse sta circolando su WhatsApp. Fin qui nulla di strano, peccato però che i protagonisti delle immagini siano dei bambini: in particolare si vede una bimba, apparentemente di 10 anni, fare sesso con due ragazzini poco più grandi, mentre qualcuno riprende il momento scioccante probabilmente con un telefonino.

Un filmato di appena dieci secondi che – secondo quanto riporta il Corriere Fiorentino – in queste ore sta facendo il giro degli smartphone in alcune scuole medie ma anche elementari della provincia fiorentina.

Vicenda che è stata denunciata e quindi portata alla luce da una dirigente scolastica che, avvisata da una mamma, ha avvisato i Carabinieri.

La Procura presso il Tribunale dei Minori di Firenze ha quindi aperto un fascicolo.

Nel video, girato in un giardino, si vede la bambina che ride e si sentono delle voci: molto probabilmente per la piccola è come se fosse un gioco.

Dall’accento delle voci che si sentono nel breve filmato i ragazzi sembrerebbero di Roma o dintorni, ma non è detto che il video sia stato girato nella Capitale dato che sul fondo si nota il mare.

Il filmato è stato già acquisito dal magistrato e gli investigatori sono già al lavoro per cercare di arrivare alla fonte.

“Invitiamo i genitori a controllare i telefoni dei figli – l’appello che arriva dalla Procura per i minori – a cancellare quel video e a segnalare alle forze dell’ordine da chi è arrivato”.

Una vicenda terribile dai numerosi risvolti penali: oltre a chi ha prodotto il video e ai ragazzi coinvolti, rischiano grosso anche le persone che divulgano e detengono il filmato che potrebbe essere chiamate a rispondere di detenzione di materiale pedopornografico.

Ti potrebbe interessare
News / Un servizio per chi è solo a Natale: dal 24 al 26 dicembre chiama Telefono Amico
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Ti potrebbe interessare
News / Un servizio per chi è solo a Natale: dal 24 al 26 dicembre chiama Telefono Amico
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI