Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:03
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Se i loghi dei grandi marchi rispecchiassero i loro prodotti

Immagine di copertina

Un designer italiano ha modificato i loghi di alcuni dei brand più noti a seconda delle caratteristiche dei prodotti che pubblicizzano

Il designer italiano Marco Schembri ha avuto l’idea di modificare i loghi di alcuni famosi marchi per fare in modo che questi riflettessero le caratteristiche dei prodotti rappresentati. 

Nella serie intitolata Logos affected by their products (“Loghi influenzati dai loro prodotti”) vengono quindi messi a confronto i simboli originali associati ad alcuni notissimi brand con la loro versione più fedele alle peculiarità degli oggetti venduti. 

Ecco quindi che il nome della vodka Absolut diventa offuscato, come visto da chi ne ha consumata più del dovuto, e la sirena che simboleggia la catena di negozi di caffè Starbucks ha gli occhi sovraeccitati di chi ha assunto molta caffeina.

Su TPI, le prime dieci immagini della serie, che l’autore sul suo sito dichiara ancora in via di espansione.

LEGGI ANCHE: SE GLI SLOGAN FOSSERO SINCERI. Un designer statunitense ha creato una serie di frasi fittizie da associare ad alcuni prodotti, e in moltissimi su Twitter hanno seguito il suo esempio

I LOGHI CHE RACCONTANO LA REPUTAZIONE DELLE AZIENDE. Un’artista australiana ha reinterpretato i loghi di alcune delle principale aziende mondiali in base alla reputazione che queste hanno

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI