Covid ultime 24h
casi +24.099
deceduti +814
tamponi +212.714
terapie intensive -30

Salvini a Di Maio sulla cittadinanza a Ramy: “Mi sono convinto da solo”

Non è merito di Di Maio se Salvini ha deciso di dare la cittadinanza a Ramy: "Mi sono convinto da solo"

Di Laura Melissari
Pubblicato il 27 Mar. 2019 alle 14:20
0
Immagine di copertina

Non è merito di Luigi Di Maio se Salvini si è convinto a dare la cittadinanza a Ramy. Il vicepremier grillino aveva detto: “Sono felice di aver convinto anche Salvini sulla cittadinanza a questo bambino”.

Ma Salvini sostiene di non essere stato convinto da nessuno: “Io accolgo i consigli di tutti, i suggerimenti di tutti, sono rispettoso e ascolto per natura, ma in questo caso mi sono convinto da solo. Mi sono preso del tempo per studiare, studio carte e leggi e poi dico sì o no a ragion veduta. Secondo la mia coscienza e le leggi vigenti”, ha detto il ministro dell’Interno.

“Ho avuto la disgustosa sensazione che i ragazzini di Crema siano stati usati da qualcuno per fare battaglia politica”, ha detto il ministro Salvini durante l’incontro al Viminale con 5 ragazzi dello scuolabus dirottato a San Donato Milanese e 12 carabinieri.

“Io apposta non li ho voluti qua in conferenza stampa, ho cercato di staccare la spina a una vicenda che avrebbe solo fatto male a loro. Ho avuto la disgustata sensazione che qualcuno ha cercato di usarli”, ha detto il vicepremier.

Salvini è tornato sulla questione Ius soli e ha ribadito che la legge sulla cittadinanza funziona così e non si tocca.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.