Covid ultime 24h
casi +16.310
deceduti +475
tamponi +260.704
terapie intensive -2

Ricordando Alberto Moravia

Nel 1907 nasceva a Roma l'autore de Gli indifferenti

Di Caterina Michelotti
Pubblicato il 28 Nov. 2014 alle 13:04 Aggiornato il 26 Set. 2017 alle 15:38
0
Immagine di copertina

Il 28 novembre 1907 nasceva lo scrittore, giornalista e drammaturgo Alberto Moravia, uno dei romanzieri più conosciuti del Novecento.

L’autore, all’anagrafe Alberto Pincherle, scriveva usando il cognome della nonna paterna, Moravia. Si fece conoscere con il romanzo Gli indifferenti, uscito nel 1929 e ancora oggi uno delle opere italiane più amate del suo secolo.

Lo pubblicò a sue spese quando aveva soltanto ventidue anni. A contribuire al successo del romanzo fu la sua capacità nel fotografare con lucidità l’aridità morale e l’accidia che impedivano all’uomo di raggiungere la felicità.

Nel corso della sua carriera, Moravia pubblicò una trentina di opere, ma poche pareggiarono il successo de Gli indifferenti. Nel ’52 vinse il premio Strega per I racconti. Molti suoi scritti diventarono soggetti per film (tra cui La provinciale e La romana).

I temi de Gli indifferenti sono ripresi da Moravia in un altro suo celebre romanzo, La noia, del 1960, in cui riprende i temi dell’aridità morale e dell’accidia dell’uomo, affrontandoli però attraverso la lente del pensiero marxista ed esistenzialista, in quella che risulta essere una critica alla società borghese del tempo.

Come giornalista, Moravia scrisse per La Stampa, per Oggi e la Gazzetta del popolo. Fu anche reporter di viaggio – fu corrispondente dalla Cina, dal Giappone e dalla Corea negli anni della contestazione del ’68.

Morì a Roma, quasi ottantatreenne, il 26 settembre 1990.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.