Covid ultime 24h
casi +29.003
deceduti +822
tamponi +232.711
terapie intensive -2

Cosa è successo il 7 marzo nel mondo

Un riassunto semplice e chiaro di quello che è successo oggi nel mondo

Di TPI
Pubblicato il 7 Mar. 2017 alle 19:57
0
Immagine di copertina

Stati Uniti: La Cia sarebbe in grado di controllare i telefoni di aziende americane ed europee, utilizzandoli come microfoni segreti. Wikileaks ha annunciato di aver pubblicato migliaia di documenti che provengono dal Center for Cybe Intelligence della Cia e che dimostrerebbero che l’agenzia è in grado di spiare le conversazioni via smartphone grazie a un sistema di hackeraggio.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come 

Ungheria: Tutti i richiedenti asilo entrati nel paese saranno detenuti nei campi profughi. Questo è l’effetto della legge approvata dal parlamento ungherese. I richiedenti asilo saranno detenuti fino al momento della decisione definitiva sulle loro domande d’asilo.

Unione europea: Dal Front National di Marine Le Pen all’Ukip di Nigel Farage. Dal partito Diritto e Giustizia del polacco Jaroslaw Kaczynski a vari esponenti di partiti italiani come Lara Comi, Daniela Aiuto, Laura Agea, Mario Borghezio, Riccardo Nencini e Antonio Panzeri. Tutti coinvolti nello scandalo dei rimborsi del Parlamento europeo raccontato oggi da la Repubblica.

Francia: Francois Fillon ha ricevuto nel 2013 un prestito da 50mila euro senza interessi e non dichiarato da Marc Ladreit de Lacharriere, proprietario della rivista che stipendiava la moglie del candidato del partito Repubblicano francese alle elezioni presidenziali. A rivelarlo è il Canard Enchainé, anticipando la sua edizione che sarà pubblicata domani.

Israele: Il parlamento ha approvato una legge per impedire l’accesso nel suo territorio di coloro che hanno in passato boicottato il paese. “Non sarà dato un visto alle persone che non sono cittadini israeliani o residenti di lungo periodo se in maniera individuale o con la loro organizzazione hanno incitato pubblicamente al boicottaggio o vi hanno preso parte”, si legge nella nota della Knesset.

Ungheria: Il governo ha deciso di introdurre una serie di limitazioni da imporre alle organizzazioni non governative che promuovono la democrazia nel paese, soprattutto quelle finanziate dall’estero. Il testo del provvedimento non è stato reso pubblico, ma prevederà l’obbligo per le organizzazioni di dichiarare quanti dei loro fondi di finanziamento arrivano filantropi stranieri. Ufficialmente, il governo ritiene questa misura come un modo per arginare l’ingerenza straniera negli affari interni. 

Regno Unito: Il cantante britannico George Michael è morto per cause naturali. A riferirlo è l’Associated France Press che riporta le parole del medico legale, Darren Salter. La pop star soffriva di cardiomiopatia dilatata con miocardite e fegato ingrossato e morì il giorno di Natale del 2016 all’età di 53 anni nella sua casa di Goring-on-Thames in Oxfordshire.

Francia: Una valanga si è abbattuta su un impianto sciistico di Tignes sulle Alpi francesi. I primi soccorritori hanno riferito a Reuters che molti sciatori sono stati seppelliti dalla neve. Non ci sono state vittime.

Australia: A Melbourne l’omino del semaforo indossa la gonna. L’idea di usare figure femminili al posto del classico omino maschio vuole rappresentare un passo verso la parità di genere e ha l’obiettivo di “ridurre i pregiudizi inconsci” secondo il Comitato di Melbourne, un gruppo di pressione australiano.

Iraq: L’esercito ha riconquistato la sede principale della Banca centrale a Mosul. L’edificio era stato preso dal sedicente Stato Islamico nel 2014 quando aveva ottenuto il controllo della città. La notizia è stata diffusa da un portavoce dei militari. Nei combattimenti per strappare la città dalle mani dall’Isis, l’esercito iracheno ha ripreso anche un altro edificio nel quale i jihadisti avevano basato la loro principale corte di giustizia, secondo quanto riferito dal tenente colonnello Abdel Amir al-Mohammadawi. 

Corea del nord: Il paese ha deciso di bloccare i cittadini malesi presenti sul suo territorio, impedendo loro di lasciare il paese. Il ministro degli Esteri di Pyongyang ha annunciato all’agenzia Kcna che il provvedimento continuerà a valere fino a che non sarà risolta “in maniera imparziale” la vicenda dell’omicidio di Kim Jong-nam, il fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong-un.

Stati Uniti: In occasione della Festa della donna dell’8 marzo 2017, anche Tinder, l’applicazione di incontri più usata al mondo, ha deciso di far sentire la sua voce contribuendo con una donazione per le fondazioni dedicate alle donne. In collaborazione con Pledgeling.com, la app donerà 250mila dollari, e darà la possibilità ai suoi utenti statunitensi di scegliere in prima persona a quali organizzazioni distribuire il denaro.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.