Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 14:00
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Torino, uccise trans nel 1995: l’assassino ucciso in strada

Immagine di copertina

Era uscito dal carcere un anno e mezzo fa. Umberto Prinzi, 47 anni, aveva finito di scontare una condanna di 22 anni per avere ucciso nel 1995 la trans Valentina, nome di battesimo Cosimo Andriani.

La mattina del 14 dicembre 2018 il cadavere dell’uomo è stato notato da un passante sul ciglio di una strada che conduce a Moncalieri, a due passi da Torino.

Sul posto è giunta prima la polizia municipale e subito dopo i carabinieri, che in un primo momento pensavano si trattasse di un investimento. Dall’analisi delle ferite riscontrate sul corpo, una alla base del collo e alcuni segni di strangolamento, è emerso che l’uomo è stato assassinato.

L’ipotesi dell’omicidio ha preso ancora più forza quando i militari sono risaliti all’identità della vittima.

Il caso è stato affidato al pubblico ministero Laura Longo, che ha già disposto l’autopsia, in programma lunedì. Intanto stamattina i carabinieri sono tornati sul luogo del ritrovamento muniti di metal detector, ma al momento la ricerca non ha prodotto risultati.

Nel 1995, come detto, Umberto Prinzi – cameriere – aveva ucciso la sua fidanzata, Valentina, strangolandola a mani nude. Un omicidio che gli è costato un condanna a 22 anni.

Solo dodici anni dopo ha poi ammesso il delitto. Ed è stato proprio grazie a quella confessione che fu possibile ritrovare il cadavere di Valentina: “Voleva lasciarmi, era decisa, così l’ho strangolata durante una lite”. Dopo l’omicidio aveva gettatato il corpo in un crepaccio, chiuso in un armadio di plastica.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Il Green pass rende liberi”, preside di Ferrara rievoca Auschwitz: sospeso dal servizio
Cronaca / Feltri difende Barbara Palombelli: “Sui femminicidi ha ragione”
Cronaca / Bambino di 4 anni caduto dal balcone a Napoli, il domestico: “L’ho lasciato cadere”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Il Green pass rende liberi”, preside di Ferrara rievoca Auschwitz: sospeso dal servizio
Cronaca / Feltri difende Barbara Palombelli: “Sui femminicidi ha ragione”
Cronaca / Bambino di 4 anni caduto dal balcone a Napoli, il domestico: “L’ho lasciato cadere”
Cronaca / 2.407 nuovi casi e 44 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 2%
Cronaca / Frosinone, detenuto spara ad altri tre reclusi: “La pistola arrivata in carcere con un drone”
Cronaca / Vaccini, iniziata la somministrazione della terza dose per soggetti fragili e a rischio
Cronaca / L’Earth Technology Expo a Firenze dal 13 al 16 ottobre
Cronaca / Gkn, accolto il ricorso Fiom: il giudice blocca i licenziamenti per 422 dipendenti
Cronaca / Droga: spaccio a Catania, coinvolti anche bambini di 10 anni
Cronaca / Morte Luana D’Orazio, la perizia della procura: “L’orditoio era stato manomesso”