Covid ultime 24h
casi +31.758
deceduti +297
tamponi +215.886
terapie intensive +97

Navigator, Anpal ha pubblicato il bando di selezione

Di Laura Melissari
Pubblicato il 18 Apr. 2019 alle 12:24 Aggiornato il 18 Apr. 2019 alle 12:28
0
Immagine di copertina

Anpal ha pubblicato il bando di selezione per 3mila navigator, i tutor che dovranno occuparsi di trovare un lavoro ai beneficiari del reddito di cittadinanza. Anpal, l’agenzia nazionale del lavoro fa sapere nel bando che lo stipendio è di 30.938 euro lordi l’anno (più 300 euro al mese di rimborso spese).

La scadenza per presentare le domande è l’8 maggio alle ore 12.

Si tratta di contratti di collaborazione che dureranno fino al 30 aprile 2021.

Saranno ammessi alla selezione per il ruolo di navigator al massimo 20 candidati per ogni posizione su base provinciale “in ragione del miglior voto di laurea”. Al momento della domanda bisogna specificare la provincia – una sola – per la quale si intente candidarsi.

Potranno fare domanda i laureati in Economia, Scienze della politica, Scienze delle pubbliche amministrazioni, Sociologia, Scienze dell’educazione, Servizio sociale e politiche sociali, Psicologia, Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica o Scienze pedagogiche.

Bando Navigator Anpal | In cosa consiste la prova di selezione

Coloro che aspirano a diventare navigator dovranno affrontare un test della durata di 100 minuti con 100 domande a risposta multipla.

Le materie delle domande sono cultura generale, logica, informatica, politiche del lavoro, reddito di cittadinanza, contratti, istruzione e formazione, regolamento del mercato del lavoro, economia aziendale e test psicoattitudinali.

Il punteggio totale di ciascun candidato viene ottenuto valutando le risposte fornite con un punto per ogni risposta esatta, zero punti per la mancata risposta e una penalizzazione di 0,4 punti in caso di risposta sbagliata.

I candidati che ottengono un punteggio minimo di 60/100 passano il test sono idonei ad accedere alla graduatoria, che è su base provinciale.

In caso di parità verrà preferito il candidato con il miglior voto di laurea. In caso di ulteriore parità verrà preferito il candidato più giovane di età.

I candidati idonei, ovvero coloro che abbiano conseguito un punteggio minimo di 60/100 ma non sono risultati vincitori, potranno essere chiamati, sempre in ordine di graduatoria, in un secondo momento, sia nella provincia scelta che in quelle limitrofe.

A questo link tutte le informazioni utili su come candidarsi.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.