Covid ultime 24h
casi +16.377
deceduti +672
tamponi +130.524
terapie intensive -9

È morto l’attore Tomas Milian

L'attore cubano, naturalizzato italiano, celebre negli anni Settanta per essere stato l'ispettore Nico Giraldi, è morto il 22 marzo a Miami

Di TPI
Pubblicato il 23 Mar. 2017 alle 17:40
0
Immagine di copertina

È morto il 22 marzo a Miami, in Florida, l’attore cubano naturalizzato italiano Tomas Milian, celebre soprattutto per essere stato uno dei volti del cinema italiano degli anni Settanta nei panni dell’ispettore Nico Giraldi. Aveva 84 anni.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Milian era nato a L’Avana il 3 marzo 1933 e aveva iniziato la sua carriera di attore alla fine degli anni Cinquanta con grandi registi italiani come Luchino Visconti, Mauro Bolognini e Alberto Lattuada.

Aveva poi riscosso grande successo con diversi western all’italiana negli anni Sessanta prima di trovare la celebrità come personaggio comico nei panni del commissario Giraldi, sorta di interpretazione all’italiana del poliziotto interpretato da Al Pacino in Serpico, sempre anticonformista e abituato a metodi non ordinari per risolvere i suoi casi.

Con il doppiaggio in romanesco stretto di Ferruccio Amendola e l’uso di spalle comiche come Bombolo, Milian diventò una presenza fissa del cinema comico più popolare dell’epoca, con film come Squadra antiscippo, Delitto a Porta Romana o Assassinio sul Tevere.

Un altro notissimo personaggio di Milian era quello del ladruncolo Sergio Marazzi noto come “Er Monnezza”, un soprannome che finì per essere associato alla sua figura per tutta la vita, e che interpretò in film come La banda del trucido e La banda del gobbo.

Milian aveva continuato a lavorare saltuariamente anche con grandi nomi del cinema d’autore italiano e internazionale come Michelangelo Antonioni in Identificazione di una donna, Oliver Stone in JFK – Un caso ancora aperto, Steven Spielberg in Amistad e Steven Soderbergh in Traffic.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.