Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 10:54
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Il ministero dell’Interno vuole utilizzare i beni confiscati alla mafia per ospitare i migranti sgomberati

Immagine di copertina
Credit: Yara Nardi

Dopo il caso di via Curtatone a Roma, il Viminale ha deciso di mettere a punto un piano per ricollocare i migranti allontanati dagli edifici occupati

Si tiene oggi, lunedì 28 agosto, una riunione tecnica del Viminale, presieduta dal ministro dell’Interno Marco Minniti, per discutere della direttiva sugli sgomberi degli edifici occupati, la cui emanazione è stata decisa dopo l’intervento delle forze dell’ordine presso il palazzo occupato di via Curtatone, vicino piazza Indipendenza, a Roma.

Tra il 19 agosto e il 24 agosto scorso la polizia ha infatti sgomberato i rifugiati eritrei che vivevano nel palazzo occupato a un passo dalla stazione Termini. L’apice dell’“operazione” è stato raggiunto il 24 agosto, quando i rifugiati sono stati mandati via dalla piazza antistante il palazzo con manganelli e idranti.

Dopo lo sgombero si sono susseguite proteste e scontri politici, soprattutto in merito alla mancata offerta di alloggi alternativi ai rifugiati. La polemica è culminata nella decisione del Viminale di mettere a punto un piano per ricollocare i migranti allontanati dagli edifici occupati.

Secondo quanto riportato dalla stampa nei giorni scorsi, per risolvere la questione il ministro dell’Interno Marco Minniti sta pensando di utilizzare i beni confiscati alla criminalità organizzata come alloggio per i rifugiati sgomberati.

Sulla proposta si è già espressa favorevolmente l’associazione antimafia Libera, che svolge attività di recupero dei beni confiscati alla mafia.

La direttiva, inoltre, vuole introdurre il divieto degli sgomberi in assenza di soluzioni abitative già concordate e punta a coinvolgere e responsabilizzare prefetti e sindaci sull’argomento.

La questione dei migranti è solo uno dei punti all’ordine del giorno della riunione del 28 agosto, perché sono molti gli edifici occupati nella capitale, e non riguardano i soli stranieri.

La prossima settimana si terrà invece a Roma un vertice tra Minniti e la sindaca della capitale Virginia Raggi sul tema dei migranti, dell’accoglienza e delle politiche abitative.

Cinque domande e risposte sullo sgombero dei rifugiati di piazza Indipendenza a Roma

Che fine fanno i beni confiscati alla mafia

Da cosa fuggono i migranti che arrivano in Italia

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI