Covid ultime 24h
casi +20.499
deceduti +253
tamponi +325.404
terapie intensive +26

Le dimissioni di Renzi e il futuro dell’Italia

Dopo un Consiglio dei ministri lampo, Matteo Renzi è a colloquio con il presidente Sergio Mattarella al Quirinale

Di TPI
Pubblicato il 5 Dic. 2016 alle 19:04
0
Immagine di copertina

19:45 – Renzi è uscito dal Quirinale, le dimissioni sono rimandate a venerdì quando verrà approvata la manovra finanziaria. Il premier ha quindi deciso di accettare la proposta di Mattarella di congelare la crisi per qualche giorno.

Resta da determinare se si andrà alle elezioni anticipate, come vorrebbero Grillo e Salvini, e chi verrà scelto da Mattarella per guidare il paese fino alla prossima tornata elettorale. I nomi più accreditati sono il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, il presidente del Senato Piero Grasso e il ministro per le Infrastrutture e i trasporti Graziano Delrio. Ma si parla anche del ministro degli Esteri Paolo Gentiloni e il ministro della Cultura Dario Franceschini.

Berlusconi, al contrario dei Cinque Stelle e della Lega Nord, sostiene che formare un nuovo governo spetti di diritto al PD, che detiene la maggioranza al parlamento, ma che sia necessario collaborare per fare una nuova legge elettorale e tornare alle urne. 

19:20 – Il presidente del Consiglio è arrivato insieme al suo portavoce al Quirinale alcuni minuti fa per parlare con Mattarella, con il quale ha avuto in mattinata un lungo colloquio. Tra le ipotesi sul tavolo c’è quella di un congelamento delle dimissioni fino all’OK sulla manovra finanziaria, previsto per venerdì 9 dicembre.

19:05 – Il Consiglio dei ministri previsto per le 18:30 è cominciato con circa venti minuti di ritardo ma è durato molto poco, appena dopo le 19 il primo ministro Matteo Renzi è già sulla via del Quirinale per presentare le dimissioni al presidente Sergio Mattarella.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.