Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 08:39
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

“Sono Matteo Renzi, staccatemi la luce”: il tentativo di ‘vendetta’ costa caro a un consulente Enel

Immagine di copertina

Poche ore dopo la sconfitta dell’allora premier nel referendum costituzionale, era il 2016, un consulente Enel ha cercato di prendersi la sua “vendetta” nei confronti di Matteo Renzi.

Così – da Piacenza – ha preso i dati personali dell’ex leader del Partito democratico e ha chiamato il call center dell’azienda elettrica chiedendo il distacco della fornitura di energia elettrica per la villa di Pontassieve, alle porte di Firenze.

Alcuni giorni dopo i tecnici dell’Enel si sono puntualmente presentati al domicilio dell’ex premier per provvedere al distacco, ma sono stati ovviamente fermati dalla moglie Agnese.

Da qui la scoperta: nessuno da casa Renzi aveva mai chiamato il centralino Enel e, soprattutto, chiesto il distacco della luce.

Pratica stoppata, quindi. Ma l’azienda elettrica ha voluto vederci chiaro e ha inoltrato una segnalazione alla Polizia Postale.

Due anni dopo, come raccontano tutti i media locali, a Piacenza è iniziato il processo a carico del consulente Enel. Tutto rinviato, come prassi, dopo la prima udienza.

Pesanti le accuse a carico del “finto Renzi”: accesso abusivo a un sistema informatico e sostituzione di persona.

La difesa: un semplice errore. parlando di errore. Ma per la Polizia Postale il consulente avrebbe approfittato del ruolo per prelevare i dati di Matteo Renzi e poi chiamare il call center per il distacco dell’utenza.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI