Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:11
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

La Marina ha recuperato il relitto del naufragio del 2015 in cui morirono 700 migranti

Immagine di copertina

Fu la più grande tragedia avvenuta nel Mediterraneo

Martedì 28 giugno la Marina Militare italiana ha recuperato il peschereccio inabissatosi il 18 aprile 2015 nel canale di Sicilia con 800 migranti a bordo, uno dei più gravi naufragi nel Mediterraneo dall’inizio della crisi dei migranti.

Finora sono stati recuperati 118 cadaveri, ma si teme che centinaia di corpi siano ancora intrappolati nella stiva, dove secondo i racconti dei sopravvissuti i migranti erano stati chiusi a chiave durante il viaggio.

Un video diffuso dalla Marina Militare mercoledì 29 giugno mostra le fasi salienti delle operazioni di recupero: lo scafo è stato agganciato sul fondale marino a 370 metri di profondità e tirato in superficie dalla nave Ievoli Ivory.

Il peschereccio sarà trasportato nella rada di Augusta e in seguito collocato all’interno di una struttura refrigerata lunga tre metri. Inizierà quindi il recupero delle salme da parte dei vigili del fuoco e dal personale della Croce Rossa. I cadaveri saranno poi esaminati da esperti sanitari di varie università.

Il peschereccio naufragò a circa cento chilometri a nord delle coste libiche, da dove era salpato. Soltanto 28 persone furono tratte in salvo.

L’indignazione dell’opinione pubblica per l’ennesima tragedia nel Mediterraneo spinse l’Unione europea a rafforzare le operazioni di salvataggio.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI