La nave italiana Mare Jonio soccorre 49 migranti nel Mediterraneo

Di Futura D'Aprile
Pubblicato il 18 Mar. 2019 alle 18:25 Aggiornato il 18 Mar. 2019 alle 19:42
1
Immagine di copertina

Il 18 marzo 2019 la nave umanitaria Mare Jonio battente bandiera italiana ha soccorso un gommone in avaria con 49 persone a bordo.

“La nave ha incrociato un gommone in avaria che stava affondando con una cinquantina di persone. Le stiamo già soccorrendo. La cosiddetta Guardia Costiera libica arrivata in un secondo momento, si sta dirigendo verso di noi”.

Alle 17.30 sui social di Mediterranea Saving Humans è apparso questo messaggio. Pochi minuti dopo il giornalista di Avvenire, Nello Scavo, ha dato la notizia che due gommoni sono salpati dall’imbarcazione per soccorrere 47 persone su un natante in avaria.

A trovare il barcone è stato l’aereo Moonbird: a bordo 49 persone fuggite da Zuara. Sono stati individuati a circa 40 miglia nord dalla costa libica.

I due gommoni veloci di Operazione Mediterranea hanno raggiunto i migranti. I volontari dell’Ong hanno prestato i primi soccorsi, spiega Scavo su Avvenire, cercando di riportare la calma tra i migranti, spaventati dalle condizioni del mare e dalla possibilità di venire respinti verso la Libia.

L’equipaggio a bordo di nave Mare Jonio, battente bandiera italiana, è ora in attesa che venga indicato dal Mrcc di Roma il “porto sicuro” di approdo per i naufraghi.

Intanto il capo missione, Luca Casarini, al Tg3 ha spiegato che la nave si sta dirigendo “verso nord, verso l’Italia, con i 49 migranti soccorsi perché la nostra nave batte bandiera italiana, è una questione di giustizia e di umanità”.

1
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.