Covid ultime 24h
casi +19.143
deceduti +91
tamponi +182.032
terapie intensive +57

Levante: nel nuovo brano “Andrà tutto bene” canta per Stefano Cucchi e i migranti

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 5 Apr. 2019 alle 16:06 Aggiornato il 8 Apr. 2019 alle 07:26
0
Immagine di copertina
La copertina del nuovo singolo di Levante

È uscito oggi, venerdì 5 aprile, il nuovo singolo di Levante, la cantautrice siciliana ex giudice del noto talent di Sky X Factor. L’artista appare nella copertina del singolo, intitolato Andrà tutto bene, come una guerrigliera che, molotov in mano, sta per lanciare una bomba con l’obiettivo di provocare le coscienze più che danni.

Nel brano, che anticipa il nuovo album prodotto da Warner Music Italia in uscita il prossimo autunno, la cantante affronta infatti una serie di delicati temi di attualità, come la questione dei migranti, prendendo spunto anche da terribili vicende, come quella che ha portato alla morte il giovane romano Stefano Cucchi.

“La canzone è come il notiziario di un presente spaventoso e apocalittico.  Il titolo è enigmatico. Quella frase arriva verso la fine: è la presa di coscienza dopo l’elenco delle cose che mi angosciano e che ho buttato fuori e fermato sul foglio bianco. È l’ansia che mi sta regalando il presente”, ha raccontato Levante in un’intervista al Corriere, la stessa dove ha parlato della sua esperienza ad X Factor, giudicata da non ripetere per l’eccessiva e violenta competizione al banco dei giudici.

Ed è davvero un notiziario il brano di Levante, uno di quelli che però più che informare vuole spingere a pensare; in questo senso la canzone assume i contorni di un monito per chi si è addormentato. O meglio: vuole essere un “alert” per chi si è troppo abituato ad un linguaggio violento e privo di lungimiranza, solidarietà e umanità.

“So che con questa canzone mi ficcherò nei guai”, è la consapevolezza di Levante dopo che anche altri artisti come Emma Marrone, Fiorella Mannoia o i Negramaro, hanno subito attacchi dopo aver espresso delle opinioni personali su temi politici.

Oltre al tema dei migranti e il caso di Stefano Cucchi, l’artista originaria di Caltagirone tocca anche quello dei rifiuti che infestano i nostri mari, ed è pronta a cantare queste sue parole nel tour estivo di concerti che la attende.

Qui di seguito il testo del brano Andrà tutto bene:

Con che fiducia avanzo
un passo dopo l’altro
se la speranza è appesa a un filo
che sembra un cappio
e incappo in un sacchetto
nella tua indifferenza
in fondo a questa strada
hanno già perso la pazienza
i corsi di paura, ricorsi della storia
tenerci in una morsa senza memoria
senza memoria

Mi muovo in imbarazzo nel caldo di dicembre
si scioglie il mondo ma il tuo pollice non è verde
ti piace la natura ma non sai dare aiuti
ti va di fare un tuffo in mare ma poi ti rifiuti
tra i tuoi rifiuti, tutti i rifiuti
poi mi rifiuti, poi ci rifiuti tutti

Questo è il futuro che sognavi per te
credevi fosse più lontano eh?
ti senti fuori tempo limite contro ogni previsione
hai perso il desiderio della rivoluzione

Arrestano un ragazzo
lo uccidono per spaccio
l’involuzione che fa specie
trova consenso
la vita è un dono sacro, l’eutanasia un peccato
se muore in mezzo al mare è solo un immigrato
si paga pure l’aria, la gente non respira
mi chiedo ancora quanti sogni devo allo stato
in questo stato

Questo è il futuro che sognavi per te
credevi fosse più lontano eh?
ti senti fuori tempo limite contro ogni previsione
hai perso il desiderio della rivoluzione

Tempi deserti di coraggio
stavamo bene quando stavamo peggio
e frasi fatte per parlare
fare l’amore e non pensare
tienimi stretta in un abbraccio
non ho paura se ci andiamo insieme
e il domani mi ripete che andrà tutto bene

Questo è il futuro che sognavi per te
credevi fosse più lontano eh?
ti senti fuori tempo limite contro ogni previsione
hai perso il desiderio della rivoluzione

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.