Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 09:54
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

L’esercito italiano sarà impegnato in Niger per una missione contro il terrorismo

Immagine di copertina
Credit: Paolo Manzo

L'annuncio del premier Gentiloni è arrivato durante il vertice del G5 Sahel a Parigi. Scopo della missione è stabilizzare la zona del continente africano, cruciale anche per i flussi migratori

In occasione del vertice del G5 Sahel a Parigi mercoledì 13 dicembre 2017, il presidente del Consiglio italiano Paolo Gentiloni ha annunciato l’intenzione di inviare un contingente militare in Niger per l’addestramento di forze che incrementino la stabilità e alla lotta contro il terrorismo nella fascia di territorio dell’Africa sub-sahariana tra il deserto del Sahara a nord e la savana del Sudan a sud.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il contingente sarà formato da 470 militari e 130 veicoli. Oltre ad addestrare le forze locali, i soldati italiani svolgeranno “attività di sorveglianza e di controllo del territorio” africano, interessato anche dalla rotta dei migranti che dalla Nigeria arriva in Libia.

“Partiremo con un’operazione bilaterale con il Niger che naturalmente ha un interesse specifico anche per quanto riguarda i flussi migratori dalla Libia”, ha detto il premier Gentiloni, che è intervenuto al vertice convocato dal presidente francese Emmanuel Macron per la nascita del G5 Sahel, una coalizione tra Burkina Faso, Ciad, Mali, Mauritania e Niger.

I nostri soldati lavoreranno inizialmente al fianco dei francesi, che hanno storicamente interessi nella zona.

Leggi anche: Com’è cambiata la rotta dei migranti per raggiungere la Libia

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Se l’Europa vuole tenere testa a Usa, Russia e Cina deve dotarsi del Nucleare”: il realismo preventivo di Massimo Fini
Esteri / Mascherina all’aperto, quali sono i Paesi in Europa che hanno già tolto l’obbligo
Esteri / Vaccino unico per Covid e influenza: il via già in autunno
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Se l’Europa vuole tenere testa a Usa, Russia e Cina deve dotarsi del Nucleare”: il realismo preventivo di Massimo Fini
Esteri / Mascherina all’aperto, quali sono i Paesi in Europa che hanno già tolto l’obbligo
Esteri / Vaccino unico per Covid e influenza: il via già in autunno
Esteri / Usa, la sfida dei vescovi cattolici: approvato documento per vietare la comunione a Biden
Esteri / Iran, vince al primo turno l'ultraconservatore Ebrahim Raisi
Esteri / Biden attacca giornalista della Cnn: “Ma che diavolo dice? Ha sbagliato lavoro”
Esteri / Hong Kong, dopo il blitz vanno a ruba le 500mila copie dell’Apple Daily: edicole prese d’assalto
Esteri / L’Iran elegge il nuovo presidente: conservatori pronti a tornare al potere
Esteri / Usa, il concerto di Bruce Springsteen è vietato a chi si è vaccinato con AstraZeneca
Esteri / Juneteenth, il giorno per ricordare la fine della schiavitù dei neri, diventa festa federale negli Usa