Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Donna strangolata dall’ex marito: la comunità di Alghero “adotta” i bambini

Immagine di copertina

Il sindaco e i concittadini della donna, Michela Fiori, hanno avviato una raccolta fondi per assicurare un sostegno economico che accompagnerà i figli della donna nel percorso scolastico e professionale

Michela Fiori è stata uccisa ad Alghero la mattina del 23 dicembre da Marcello Tilloca, uomo dal quale stava divorziando e che ora è rinchiuso nel carcere di Bancali.

La coppia aveva due figli di 8 e 12 anni rimasti orfani della madre. l tribunale ha formalizzato l’affidamento alla nonna dei figli di Michela.

Quello davanti al giudice è stato praticamente l’ultimo momento che nonna Giuseppina Grasso ha dovuto vivere prima di lasciare la Sardegna per trasferirsi a Genova.

Ma, come racconta Il Corriere della Sera, il sindaco di Alghero Mario Bruno ha fatto una delibera per avviare una raccolta fondi a loro favore. Una sorta di “adozione di cittadinanza”, si legge nel documento, “che in pratica vuol dire questo: in 44mila si prenderanno cura dei due bimbi attraverso un Fondo di sostegno aperto al banco si Sardegna. Causale: ‘Un futuro per i bambini di Michela’”.

I bambini sono dovuti partire insieme alla nonna materna, proprio come da ultime volontà di Michela. “Se dovesse succedermi qualcosa – aveva detto dopo le minacce di morte ricevute dall’ex marito – fate in modo che i bambini vadano a vivere con mia madre.

Per loro, però, c’è un sostegno economico assicurato dalla comunità sarda che è stato predisposto per accompagnarli nel loro percorso scolastico e professionale.

 “Il più piccolo – racconta il Sindaco Bruno – a un certo punto mi ha chiesto un foglio e mi ha lasciato un cuore con la sua firma, a cui si è aggiunta quella del grande. Sono venuti a salutarmi in ufficio prima di andare a Genova. Ci siamo dati appuntamento presto perché la nostra amicizia continua”.

“In quel cuore c’è la città di Alghero, c’è la Sardegna”, ha proseguito il sindaco. “C’è quella che è scesa in piazza il giorno di Natale, quella che si è stretta intorno alla famiglia e ai bambini di Michela. Ci sono gli oltre 340 donatori che hanno alimentato finora il fondo per assicurare il loro futuro. E ci sono enti, istituzioni, fondazioni, consorzi, editori, associazioni, c’è La Nuova Sardegna e il Banco di Sardegna, alcune parrocchie e la Diocesi di Alghero Bosa, l’associazione dei comuni e tantissimi semplici cittadini”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI