Covid ultime 24h
casi +29.003
deceduti +822
tamponi +232.711
terapie intensive -2

Casaleggio: “Tra 10 anni il M5s potrebbe non servire più”

Davide Casaleggio ha parlato del futuro del Movimento in un'intervista al Corriere della Sera

Di Luca Serafini
Pubblicato il 22 Ott. 2018 alle 10:26
0
Immagine di copertina
Davide Casaleggio e Beppe Grillo

“È stato un percorso lungo e non bisogna avere fretta per arrivare dove si vuole. Oggi possiamo conquistare grandi obiettivi e sono fiducioso che tra dieci anni magari non ci sarà nemmeno più la necessità di un Movimento perché la partecipazione dei cittadini sarà già intrinseca nello Stato”.

A parlare, in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, è Davide Casaleggio. Il figlio ed erede di Gianroberto, cofondatore del Movimento assiema a Beppe Grillo, ha parlato delle prospettive politiche dei Cinque Stelle e delle prossime sfide da affrontare, dopo che l’intervento dello stesso Grillo alla kermesse del Circo Massimo a Roma ha fatto molto discutere.

Qui il video dell’intervento di Grillo:

“Il cuore è rimasto lo stesso, il Movimento è inclusivo come prima ma si è ampliato. Vuole attrarre competenze, persone, nuove idee. E anche nuovi strumenti. Oggi proponiamo leggi via web attraverso la piattaforma Rousseau e 22 volte sono finite in parlamento”, ha detto Casaleggio al Corriere.

Sul rapporto con la Lega, Casaleggio ha commentato: “Credo sia responsabile firmare un contratto per dare un governo al Paese e poi rispettarlo in modo aperto condiviso. Per la maggior parte questo contratto contiene punti che erano stati votati e sottoscritti dagli attivisti del Movimento in oltre un anno e mezzo di votazioni su Rousseau”.

“Il contratto stesso è poi stato votato dagli iscritti e approvato con oltre il 90 per cento. Credo sia responsabile portare avanti questo progetto con una forza politica che comunque ha ricevuto i suoi voti, è da rispettare per questo ed è necessaria per la formazione di questo governo”.

Il compromesso trovato sul Dl fiscale per Casaleggio penso “è una buona soluzione per tutti”.

Il prossimo passo per il Movimento sarà “esplorare i nuovi diritti che stanno emergendo e costruire gli strumenti che servono per utilizzare questi diritti, aumentare la consapevolezza delle persone non solo in Italia, ma anche di chi in altri Stati vuole partecipare. E con la nostra Open Academy non guardiamo solo all’Italia”, ha spiegato Casaleggio.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.