Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » News

Aquarius, migranti in Spagna a bordo di navi italiane

Immagine di copertina

Una nave della Marina militare e una della Guardia costiera italiane trasporteranno la maggioranza delle persone a bordo

Una parte dei migranti a bordo della nave Aquarius saranno trasferiti in Spagna a bordo di due navi italiane. Lo ha annunciato su Twitter la ong Sos Mediterranee, a cui appartiene la nave, e la notizia è stata confermata dal ministro italiano delle Infrastrutture, Danilo Toninelli (qui tutti gli aggiornamenti).

La nave raggiungerà il porto di Valencia, dopo che il governo spagnolo, guidato dal socialista Pedro Sanchez, si è offerto di accogliere i migranti.

Il personale della nave aveva espresso forti preoccupazioni sulla sicurezza del viaggio verso il porto di Valencia.

Anelise Borges, la giornalista di Euronews a bordo della nave, aveva riferito che il team della ong Sos Mediterranee non riteneva il viaggio “sicuro per la nave, per l’equipaggio e per le persone soccorse”.

Alla base delle preoccupazioni le cattive condizioni meteo e il sovraffollamento a bordo.

Dei 629 migranti a bordo, un centinaio viaggerà verso la Spagna sull’Aquarius, mentre la restante parte sarà suddivisa tra una nave della Marina militare e una della Guardia costiera italiane.

Il viaggio durerà fra i tre e i quattro giorni.

Tra i migranti a bordo, fermi a 35 miglia da Italia e 27 da Malta, ci sono 123 minori non accompagnati, di cui 11 bambini, e 7 donne in stato di gravidanza.

Né l’Italia né Malta hanno accettato che la nave Aquarius approdasse nei loro porti.

Qui l’articolo che spiega come vedere la posizione della nave Aquarius in tempo reale.

I sindaci di diverse città italiane, tra cui Palermo, Napoli e Taranto, si sono schierati contro la decisione del ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini di chiudere i porti italiani per impedire l’attracco della nave Aquarius, in navigazione nel Mediterraneo con 629 migranti a bordo.

Definendo la situazione come “un imperativo umanitario urgente”, l’Alto Commissariato Onu per i Rifugiati aveva lanciato un appello ai governi di Italia e Malta affinché consentissero “lo sbarco immediato alle centinaia di persone bloccate nel Mediterraneo”.

Chi deve accogliere i migranti dell’Aquarius tra Italia e Malta? Salvini può chiudere i porti? 6 risposte
Ti potrebbe interessare
Esteri / Singapore, abrogata la legge che puniva sesso gay: risaliva all’epoca coloniale
Esteri / Per 11 giorni aggrappati al timone di una petroliera: tre migranti sopravvivono alla traversata dalla Nigeria alle Canarie
Esteri / L’allarme di Kiev: “Navi russe con 84 missili nel Mar Nero e nel Mediterraneo”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Singapore, abrogata la legge che puniva sesso gay: risaliva all’epoca coloniale
Esteri / Per 11 giorni aggrappati al timone di una petroliera: tre migranti sopravvivono alla traversata dalla Nigeria alle Canarie
Esteri / L’allarme di Kiev: “Navi russe con 84 missili nel Mar Nero e nel Mediterraneo”
Esteri / Qatar, un alto dirigente ammette che i lavoratori morti per preparare i Mondiali sono stati “tra i 400 e i 500”
Esteri / “Diritti tutelati dalla legge”: la Cina si difende dalle accuse di repressione del dissenso per le politiche anti-Covid
Esteri / Iran, 16enne uccisa perché indossava un cappello da baseball al posto dell’hijab
Esteri / Mondiali, famiglie dei calciatori dell’Iran minacciate: “Violenze e torture se manifesteranno ancora contro il regime”
Esteri / Va dall'oculista per un banale controllo agli occhiali e torna a casa cieco
Esteri / Wikileaks, Lula chiede la liberazione di Assange: “Che crimine ha commesso?”
Esteri / Patrick Zaki, udienza aggiornata al 28 febbraio. Gli attivisti: “Memoria difensiva inascoltata”