Covid ultime 24h
casi +15.204
deceduti +467
tamponi +293.770
terapie intensive -20

Anonymous lancia il primo reclutamento in Italia per attaccare banche e bancomat: “Unitevi a noi”

Di TPI
Pubblicato il 15 Dic. 2018 alle 16:21 Aggiornato il 15 Dic. 2018 alle 16:23
0
Immagine di copertina

Anonymous, la rete mondiale di hacktivisti, ha lanciato una vera e propria campagna, in Italia, per reclutare personale. Singolare e significativo lo strumento usato: un “volantinaggio” sui bancomat di Roma.

Ma sono diverse le città in cui gli hacktivisti hanno affisso il proprio messaggio sugli Atm. “Sei stanco della corruzione, diseguaglianza, delle censure e delle menzogne? Unisciti a noi”.

Nessuna violazione informatica, al momento, ma un’azione vecchio stile in cui decine di volantini sono stati affissi sopra gli schermi dei bancomat. LulzSec, la costola degli Anonymous Italiani, annuncia così su Twitter il progetto OpPaperstormITA. Il 10 dicembre attraverso un post è stata data notizia dell’operazione con cui si sono invitati comuni cittadini a partecipare anche senza essere degli hacker professionisti.

La notte scorsa sono state esposte alcune immagini che mostrano appunto che non si tratta di bancomat compromessi ma semplicemente di stampe e di volantinaggio attaccato sul bancomat. Alcune stampe sembrano essere state stampate direttamente dagli sportelli, ma così in realtà non è.

C’è anche chi ha pensato ad un imitazione dell’attacco di HackerGiraffe mirato ad un sottoinsieme di IP appartenenti ad ASN di banche, al fine di far stampare agli ATM i volantini visualizzati nelle foto. Ma gli ATM sono – o dovrebbero essere – in reti private e non esposti direttamente in Internet, quindi questa ipotesi è molto remota e soprattutto non è dimostrabile dalle immagini pubblicate.

La campagna di reclutamento di Anonymous Italia

“Il nostro obiettivo e far arrivare la nostra voce nelle orecchie di tutti i politici ed in tutte le stanze del parlamento, riguardo alla libertà di parola, la guerra contro la corruzione e l’uguaglianza”.

Per questo, si legge nell’appello, “sii tu stesso i media, crea i tuoi canali personali in rete, fai arrivare le tue parole ai tuoi compagni di battaglia e anche ai tuoi nemici”. Ed ecco i sei punti per partecipare alla campagna di Anonymous:

  • Sii creativo, serio e magari anche un po’ ironico, usa messaggi diretti. Esprimi le tue opinioni e critiche contro lo Stato. Devi volerlo il cambiamento.
  • Organizza, prepara, fotocopia volantini, striscioni, poster, adesivi, pennarelli indelebili o bombolette di colore, oppure scarica semplicemente le già esistenti immagini e stampale! Con pochi euro puoi creare dei capolavori.
  • Distribuisci i volantini, appendi i tuoi striscioni, incolla i tuoi poster con il nastro adesivo, spruzza con la bomboletta sui muri per creare dei veri street-art, metti immagini nelle bacheche in giro per la città. Mettiti d’accordo con i tuoi compagni e unite le forze, e parla a più persone possibili di ANONYMOUS, della politica corrotta e della povertà!
  • Documenta ciò che crei! Cattura con una foto la tua arte in modo tale da fare arrivare a più persone possibili il tuo messaggio!
  • Lavora di notte o comunque quando c’è poca gente! Fai attenzione alle telecamere ed alla polizia, non lasciare tracce se non della tua arte! L’attivismo non è reato! Ma purtroppo negli ultimi tempi devi stare molto attento!
  • Se sei pronto, fai una foto al tuo capolavoro e pubblicala su imgur.com. In seguito recati nel canale appositamente creato e lasciaci il link che porta alla tua foto precedentemente caricata su imgur!

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.