Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 13:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Abbas a Roma per inaugurare l’ambasciata palestinese presso la Santa Sede

Immagine di copertina

Il presidente palestinese è stato a colloquio con Papa Francesco per circa venti minuti. Spero che altri stati prendano esempio dalla Santa Sede, ha detto

Il presidente palestinese Mahmoud Abbas, noto anche come Abu Mazen, si trova oggi, sabato 14 gennaio 2017, a Roma per inaugurare l’ambasciata dello Stato della Palestina presso la Santa Sede.

Abbas ha incontrato il pontefice in Vaticano prima dell’apertura della sede diplomatica in via di Porta Angelica.

Durante il colloquio con Papa Francesco durato circa venti minuti, Abbas gli ha consegnato tra i vari doni una pietra proveniente dal monte Golgota. Il papa ha invece consegnato al presidente palestinese la medaglia dell’anno giubilare.

Inoltre, Bergoglio ha regalato ad Abu Mazen una versione in arabo di “Amoris laetitia” e “Laudato sii”.

L’apertura dell’ambasciata palestinese presso la Santa Sede, ha dichiarato Abbas, “è il segno che il papa ama il popolo palestinese e la pace”.

Lo Stato del Vaticano ha riconosciuto lo Stato della Palestina circa un anno e mezzo fa.

A fine incontro, Abu Mazen ha dichiarato: “Spero che altri stati prendano esempio dalla Santa Sede”.

Domenica 15 gennaio, Abbas sarà invece a Parigi per partecipare alla cosiddetta iniziativa francese, la conferenza internazionale che punta a promuovere la ripresa dei colloqui di pace tra Israele e i palestinesi.

Abu Mazen potrebbe cogliere l’occasione per manifestare le preoccupazioni del popolo palestinese circa le dichiarazioni del presidente eletto americano Donald Trump di voler trasferire l’ambasciata statunitense da Tel Aviv a Gerusalemme.

Lo status della città è uno dei nodi cruciali e più complessi del processo di pace in Medio Oriente: Israele proclama l’intera città come sua capitale, mentre i palestinesi ritengono che Gerusalemme est dovrà essere la capitale del futuro stato palestinese.

Tutte le sedi diplomatiche in Israele si trovano a Tel Aviv, riconosciuta internazionalmente come capitale dello stato ebraico.

— LEGGI ANCHE: Chi è il nuovo ambasciatore degli Stati Uniti in Israele

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI