Covid ultime 24h
casi +17.455
deceduti +192
tamponi +257.024
terapie intensive +15

Oltre un milione di euro per un piccione ‘da corsa’: asta record aggiudicata da un cinese

Il record precedente era di 400mila euro

Di Beatrice Tomasini
Pubblicato il 19 Mar. 2019 alle 13:18 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:21
0
Immagine di copertina
Il volatile è stato venduto a 1 milione e 250 mila euro

Un piccione ‘da corsa’ è stato venduto per un milione e 250mila euro dalla casa d’aste belga specializzata “Pipa, Pigeon Paradise“. È record assoluto: battuto il primato che finora era di “appena” 400mila per Nadine, volatile acquistato da un magnate cinese.

Ad aggiudicarsi il pennuto, dopo lunghe trattative al rialzo con altri partecipanti all’asta, un appassionato cinese disposto a spendere una cifra così alta per lo straordinario senso di orientamento e la forza delle ali di questo esemplare.

Armando, questo il nome del volatile allevato a Perwez (Belgio), è infatti un campione nelle corse dei piccioni e di volo per lunghe distanze. In Cina impazzano sempre di più le gare di piccioni e gli appassionati sono pronti a spendere cifre folli pur di aggiudicarseli: gli uccelli vengono pagati soprattutto in base alla velocità e alla loro capacità di resistenza.

“Nemmeno nelle nostre previsioni più ottimistiche avevamo mai sperato in un prezzo del genere: pensavamo in circa 400mila euro”, ha raccontato l’allevatore belga 63enne, Joel Vershoot, al “The Guardian“. Armando, che ha 5 anni, ha raggiunto questa cifra da record non solo perché è il vincitore di numerose competizioni di livello internazionale ma soprattutto per la sua fertilità.

Insomma dovrà rinunciare almeno per un po’ all’adrenalina della competizione (è soprannominato “il Lewis Hamilton dei piccioni”) per mettersi di impegno a procreare e far così contento il suo compratore.

Lo squalo più vecchio del mondo ha 400 anni

Parlare con il proprio cane o gatto è sintomo di intelligenza

Gli animali creati dall’uomo che non dovrebbero esistere in natura

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.