Covid ultime 24h
casi +21.273
deceduti +128
tamponi +182.032
terapie intensive +80

Achille Lauro, parla il padre magistrato: “Oggi sono fiero di mio figlio”

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 17 Feb. 2020 alle 09:36
917
Immagine di copertina
Achille Lauro. Credit: Instagram

Achille Lauro, parla il padre magistrato della Cassazione

Dopo il successo di Achille Lauro al Festival di Sanremo 2020, la stampa ha iniziato ad approfondire il passato del cantante e dalle recenti interviste è emerso che il giovane trapper romano durante l’adolescenza ha avuto un rapporto difficile con il padre, Nicola De Marinis, magistrato della Corte di Cassazione.

In un’intervista rilasciata a Di più, il padre di Achille Lauro racconta la verità sul figlio mettendo a tacere quel gossip sul suo trascorso prima del successo.

Il giudice Nicola De Marinis non nasconde che avrebbe voluto che il figlio seguisse la sua strada. Ma Lauro De Marinis, il vero nome dell’artista Achille Lauro, fin dal principio ha mostrato di avere altri interessi.

“Un giorno mi ha voltato le spalle dicendo, proprio come nella canzone, Me ne frego”, ha ammesso il magistrato a Di più.

Il cantante romano è stato etichettato come ex spacciatore che faceva uso di droghe ma il padre ha voluto smentire queste voci. “Non lo è, non ha avuto esperienze devastanti. È un eccentrico ed è ben diverso. Ne avrà fatto uso in passato, ma non come ha scritto, in modo così esagerato”, ha detto il giudice.

Nicola De Marinis ha raccontato: “Io mi sono allontanato dai ragazzi perché le incomprensioni erano tante, la madre non li hai mai abbandonati.”

Tra padre e figlio con il tempo i rapporti si sono riallacciati: “Ci sentiamo, ci confrontiamo da uomini. Lo chiamo spesso. La mamma è amministratrice della sua casa discografica ed è quella che sicuramente lo sente di più”.

“Oggi sono fiero di lui”, conclude il padre di Achille Lauro nell’intervista.

Achille Lauro artista di strada per un giorno tra tele e pennelli | VIDEO

Leggi anche:

Il padre magistrato della Cassazione e la fuga da casa a 14 anni: la storia di Achille Lauro

917
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.