Me

Napoli, le foto che mostrano il vero volto della città (non violento ma umano)

Il fotografo Sam Gregg con il servizio fotografico "See Naples and die" ritrae la gente che vive nei quartieri più difficili della città

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 27 Mar. 2018 alle 08:49 Aggiornato il 30 Mar. 2018 alle 19:06

Con il servizio fotografico “See Naples and die”, il fotografo Sam Gregg mostra i ritratti della gente che vive nelle zone più difficili della città come i Quartieri spagnoli.

Dalle baby gang agli episodi quotidiani di violenza e malavita legati alla camorra, Napoli viene spesso associata alla criminalità: l’obiettivo di Sam Gregg è quello di restituire alla città una narrazione più umanistica attraverso le sue fotografie.

Questo accende la diatriba nata tra i sostenitori della celebre serie tv Gomorra accusata di far scattare dei meccanismi di emulazione nei giovani seguaci e lo scrittore, e autore, della serie tv Roberto Saviano, il quale invece si difende dicendo che incolpare la fiction è un atteggiamento omertoso.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook