Covid ultime 24h
casi +15.199
deceduti +127
tamponi +177.848
terapie intensive +56

Dawson’s Creek compie 20 anni, le foto della reunion degli attori

Venti anni fa Dawson's Creek divenne un fenomeno mondiale. Oggi una rivista americana dedica al cast un servizio fotografico in occasione della reunion

Di Marta Perroni
Pubblicato il 28 Mar. 2018 alle 17:18 Aggiornato il 27 Apr. 2018 alle 22:43
14k

Venti anni fa la serie tv Dawson’s Creek si fece strada sugli schermi televisivi americani divenendo subito un fenomeno mondiale. Mercoledì 28 marzo 2018, la rivista americana Entertainment Weekly ha dedicato al famosissimo cast un intero servizio fotografico.

La rivista dedicata alla serie più famosa degli anni novanta sta uscendo nel mese di aprile con cinque copertine diverse (una con tutti i protagonisti e quattro personalizzate con alcuni attori).

Chi spera, però, di vedere gli attori tornare in un revival di Dawson’s Creek resterà deluso.

“È meglio che le cose rimangano così” chiarisce Katie Holmes (Joey) e sembra essere d’accordo con lei anche Joshua Jackson (Pacey), che si è spesso detto contrario al ritorno della serie. Di sicuro, però, c’è che il cast originale si è riunito grazie alla rivista Entertainment per rendere omaggio ai vent’anni della serie.

In Italia il telefilm era andato in onda in prima visione sul canale satellitare TELE+ Bianco, che aveva trasmesso le prime due stagioni tra il 1998 e il 1999. Dal 2000, la serie è invece stata trasmessa su Italia 1 fino alla sua conclusione (nel 2003) e mandata in replica poi su Fox e sul canale La 5 del digitale terrestre (dal 5 settembre 2011 al 29 febbraio 2012).

Insieme a Buffy l’ammazza vampiri, la serie arrivò a definire il marchio della nascente rete statunitense The WB.

La sua prima messa in onda aveva attirato 6,8 milioni di spettatori, i numeri più alti nella storia del canale WB, ed era stata celebrata proprio sulla copertina di Entertainment Weekly.

Ma una delle ragioni per cui si ricorda Dawson’s Creek 20 anni dopo è per un cambio di rotta avvenuto nell’autunno del 1999.

La serie stava rapidamente esaurendo i suoi spunti narrativi. Per salvare Dawson’s Creek , il team di sceneggiatori aveva dovuto cambiare radicalmente la sua formula.

Fu allora che Dawson’s Creek passò dal coincidere con il personaggio del titolo Dawson e il suo sincero e possessivo amore per Joey al parlare della stessa Joey, combattuta però tra Dawson e il suo migliore amico Pacey.

Nel fare quel cambiamento, Dawson’s Creek si era trovato ad allontanarsi dalla vecchia storia d’amore adolescenziale che regnava sovrana nei telefilm per ragazzi degli anni ’80 e ’90, dirigendosi verso una sorta di romanticismo che sarebbe diventato sempre più popolare tra le serie teen dei successivi due decenni.

Si era allontanato così da una storia d’amore costruita sull’incrollabile, indiscutibile convinzione che le donne appartenessero agli uomini, verso una descrizione più realistica concentrata sul carattere e l’indipendenza femminile.

Si dice che la reazione istintiva di uno degli autori, Jeffrey Stepakoff, all’idea di un triangolo amoroso (Dawson’s, Joey, Peacy) fosse stata: “Non si può fare. Joey è la ragazza di Dawson!”, un commento ironico ma spontaneo.

Dawson’s Creek era molto costruito attorno all’idea che Joey fosse la ragazza di Dawson, che quest’ultimo avesse una sorta di diritto di proprietà su di lei.

L’introduzione del triangolo amoroso ha cambiato radicalmente la narrazione della serie.

Innovativa fu anche la creazione di storie familiari tutt’altro che serene. La famosa serie tv, oltre a mettere in discussione il nucleo della “famiglia tradizionale” fu pionieristica nello sdoganare quelli che per l’epoca erano ancora dei tabù: la relazione tra un ragazzino e una donna molto più grande di lui, l’amore omosessuale, il cancro.

Così, le vicissitudini sentimentali ma anche le storie per nulla superficiali degli adolescenti della piccola cittadina di Cape Code, nel Massachusetts, sono diventate il simbolo di una e più generazioni che piansero alla messa in onda dell’ultima puntata.

Per celebrare i 20 anni di “Dawson’s Creek”, la rivista americana Entertainment Weekly dedica cinque copertine copertina e un intero servizio fotografico a quegli adolescenti ormai cresciuti, in occasione di una reunion del cast.

14k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.