Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:54
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Zambia, acque infestate da vermi che depongono le uova nel corpo delle donne con conseguenze mortali

Immagine di copertina

In Zambia, dei vermi parassiti presenti nell’acqua depongono le uova all’interno dei corpi femminili, con conseguenze mortali. Un nemico quasi invisibile in agguato sotto la superficie del fiume Kafue che causa il cancro e la sterilità. Il reporter Harrier Barber sul Telegraph scrive che in questa regione i vermi trematodi sono endemici. Dopo essere stati rilasciati dalle lumache d’acqua dolce, cercano un ospite umano e si insinuano nella pelle. Una volta nel flusso sanguigno, i parassiti viaggiano attraverso gli organi dell’ospite, con conseguenze potenzialmente fatali.

Un vero pericolo da monitorare, anche perché in tutta l’Africa subsahariana, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ipotizza che 56 milioni di donne e ragazze siano state infettate e siano alle prese con le schistosomiasi genitale femminile (Fgs), più nota come bilharzia o febbre da lumaca. Una malattia normalmente curabile, ma la scarsa istruzione e le incomprensioni tra pubblico e medici provocano in Zambia sofferenze silenziose e letali.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che 56 milioni di donne e ragazze siano infettate dal parassita, che scatena la schistosomiasi genitale femminile (Fgs), nota comunemente come bilharzia o febbre da lumaca. La Fgs è una malattia curabile, ma in Zambia la scarsa istruzione, lo stigma e l’incomprensione tra il pubblico e i medici comporta che molti soffrono in silenzio.

Ma per milioni di persone, interagire con l’acqua infetta fa parte della routine quotidiana. Pozze d’acqua, laghi e fiumi infestati sono comunque fondamentali per lavare i vestiti e gli utensili da cucina, per pescare e per fare il bagno.

A Maramba, un quartiere di Livingstone, sede delle famose Cascate Vittoria, a Moono Simushi, 39 anni, all’inizio di quest’anno è stata diagnosticata la bilharzia. Al Telegraph ha raccontato di aver contratto la malattia da una pozza d’acqua contaminata vicino alla sua abitazione e ora teme che in futuro possa comportare delle complicazioni.

“La mia fornitura d’acqua era chiusa perché non potevo pagarla. In una casa vicina c’è un tubo che perde acqua. Ha fatto una pozzanghera dove vado a lavare i vestiti e piatti, la prendo anche per fare il bagno. Ma non ho una fonte d’acqua alternativa”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Rinasce Notre-Dame: ecco come sarà la cattedrale di Parigi dopo la ricostruzione | VIDEO
Esteri / Onu: L’esercito israeliano ha ucciso 19 bambini palestinesi in meno di una settimana
Esteri / Usa, a casa di Trump l’Fbi cercava documenti su armi nucleari: la rivelazione del Washington Post
Ti potrebbe interessare
Esteri / Rinasce Notre-Dame: ecco come sarà la cattedrale di Parigi dopo la ricostruzione | VIDEO
Esteri / Onu: L’esercito israeliano ha ucciso 19 bambini palestinesi in meno di una settimana
Esteri / Usa, a casa di Trump l’Fbi cercava documenti su armi nucleari: la rivelazione del Washington Post
Esteri / Nuovo attacco alla centrale nucleare di Zaporizhzhia: scambio di accuse tra Kiev e Mosca
Esteri / Giallo a New York: due italiani trovati morti in un albergo
Esteri / Usa, Biden fatica a indossare la giacca, poi gli cadono gli occhiali
Esteri / Parigi, paura all’aeroporto Charles De Gaulle: uomo armato di coltello ucciso dalla polizia
Esteri / Ucraina, bombardamenti russi a Nikopol: 11 morti e 13 feriti
Esteri / Scoperto un nuovo virus di origine animale in Cina: 35 persone contagiate dal Langya
Esteri / Taiwan: “Cina prepara invasione dell’isola. Le manovre militari proseguono”