Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Il suo volo è in ritardo, ma il presidente del Messico rifiuta di usare l’aereo di Stato

Immagine di copertina
Credit: Getty Images

Il presidente ha detto che si sentirebbe in imbarazzo a salire su un aereo di lusso sapendo che il popolo messicano muore di fame

Il presidente eletto del Messico, Andrés Manuel López Obrador, ha affermato di avere ancora  intenzione di vendere il jet presidenziale anche dopo aver dovuto aspettare diverse ore in aeroporto perché il suo volo commerciale era in ritardo.

“Non salirò sull’aereo presidenziale”, aveva detto il futuro presidente mentre prendeva posto sul volo di linea.

Il leader di sinistra, che a luglio ha vinto le elezioni presidenziali, assumerà la carica a dicembre del 2018.

Il jet presidenziale di lusso del Messico, un Boeing 787 Dreamliner costato 218,7 milioni di dollari è stato consegnato due anni fa dopo essere stato ordinato dall’ex presidente Felipe Calderón nel 2012.

Al tempo, si diceva che fosse l’aereo più moderno ed efficiente usato da qualsiasi leader mondiale, secondo quanto riportato dal sito Mashable.

López Obrador fin dalla campagna elettorale aveva promesso di voler rinunciare ai suoi privilegi da presidente, tra cui l’aereo privato.

L’agenzia di stampa Reuters è riuscita ad ottenere dei filmati che mostrano il presidente eletto sul volo di linea mentre spiega che sarebbe “imbarazzato” se salisse a bordo di “un lussuoso aereo in un paese dove c’è tanta povertà”.

“Non cambierò idea a causa di questo”, ha detto in riferimento al ritardo del suo volo.

“Basta con questa buffonata, è finita, è finita, qualsiasi politico che agisce con arroganza non durerà”, ha aggiunto.

“Penso che se l’aereo è già stato acquistato, allora dovrebbe semplicemente usarlo”, ha invece detto Alejandro Aguilar, un residente di Città del Messico sentito dalla Bbc. “Non è normale” che i presidenti siano così radicati.

Un altro cittadino, Arturo Miranda, ha detto che in questo caso il presidente eletto mostra sicuramente la sua empatia verso il popolo messicano, “Come farà a viaggiare quando dovrà partecipare ad un evento internazionale?”.

Insieme alla vendita dell’aereo presidenziale, il presidente eletto López Obrador ha promesso di trasformare il palazzo presidenziale in un centro culturale e vivere in una casa più modesta, tagliare lo stipendio presidenziale e lottare contro la corruzione.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Congo, i Caschi Blu sparano e uccidono civili: il fallimento dell’Onu di cui nessuno parla
Esteri / Taiwan prepara due esercitazioni di artiglieria. Si riducono operazioni della Cina, riprendono voli
Esteri / Zaporizhzhia, 40 razzi vicino alla centrale nucleare più grande d’Europa. Aiea: “Rischio di disastro”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Congo, i Caschi Blu sparano e uccidono civili: il fallimento dell’Onu di cui nessuno parla
Esteri / Taiwan prepara due esercitazioni di artiglieria. Si riducono operazioni della Cina, riprendono voli
Esteri / Zaporizhzhia, 40 razzi vicino alla centrale nucleare più grande d’Europa. Aiea: “Rischio di disastro”
Esteri / Raid israeliani su Gaza: sale a 32 il numero dei morti tra cui 6 bambini. Lapid: “Obiettivi raggiunti”
Esteri / Usa, Biden negativo al Covid: “Resterà in isolamento”
Esteri / Regno Unito, è morto Archie: i medici hanno staccato le macchine che lo tenevano in vita
Esteri / La tragedia dei “niños robados”: così 300mila bambini sono stati sottratti alle loro madri durante il franchismo
Esteri / Washington: un fulmine cade vicino alla Casa Bianca e uccide tre persone | VIDEO
Esteri / “Ecco perché stiamo facendo il gioco di Putin”: il politologo Santangelo a TPI
Esteri / Il grande risiko dello zar nei Balcani: così Putin sfida la Nato al di là dell’Adriatico