Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:28
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Venezuela, Guaidò chiede formalmente il sostegno delle forze Usa

Immagine di copertina
Credit: Rafael Briceño Sierralta/NurPhoto

Il leader dell’opposizione del Venezuela Juan Guaido ha richiesto formalmente il sostegno delle forze militari degli Stati Uniti. L’annuncio è stato dato dal portavoce Carlos Vecchio su Twitter.

Da mesi il paese latinoamericano è al centro di una grave crisi politica e sociale: da una parte c’è il presidente Nicolas Maduro, dall’altra il leader dell’opposizione Juan Guaidò che nonostante l’appoggio di numerosi Stati esteri non è ancora riuscito a convincere i militari venezuelani a passare dalla sua parte.

Il primo maggio Guaidò aveva lanciato un appello ai cittadini e ai vertici dell’esercito a sostenerlo per mettere fine al governo di Maduro, ma la sua richiesta non ha avuto gli effetti sperati.

I massimi esponenti dell’esercito infatti continuano a sostenere il leader chavista, rendendo quindi impossibile un cambio ai vertici del paese senza il sostegno di potenze straniere.

Gli Stati Uniti in realtà hanno minacciato più volte di intervenire militarmente nel paese: “È possibile. Se necessario è quello che faranno gli Stati Uniti” per restaurare la democrazia ma “è preferibile una transizione pacifica”.

Una minaccia a cui aveva subito risposta la Russia: il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, parlando al telefono con il segretario di Stato Usa Pompeo aveva avvisato che “l’ingerenza degli Stati Uniti negli affari interni del Venezuela è una violazione del diritto internazionale”.

Golpe Venezuela, scontro Russia-USA: “Non vi intromettete”

A seguito del tentato golpe, il Servizio bolivariano di intelligence (Sebin) ha arrestato il vicepresidente dell’Assemblea nazionale (An) e braccio destro di Guaidò Edgar Zambrano, mentre la Corte Suprema ha rimandato a giudizio altri 3 parlamentari dell’opposizione per il loro coinvolgimento nel sollevamento militare.

Venezuela, Guaidò: “Mattarella ci aiuti”

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Nei seminari c’è già troppa frociaggine”: la frase omofoba attribuita a Papa Francesco
Esteri / La Russia toglierà i talebani dalla lista delle organizzazioni terroristiche
Esteri / Papa Nuova Guinea: 670 morti e 2.000 sepolti vivi per una frana nella provincia di Enga
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Nei seminari c’è già troppa frociaggine”: la frase omofoba attribuita a Papa Francesco
Esteri / La Russia toglierà i talebani dalla lista delle organizzazioni terroristiche
Esteri / Papa Nuova Guinea: 670 morti e 2.000 sepolti vivi per una frana nella provincia di Enga
Esteri / Medvedev: “Se Usa attaccano obiettivi russi, sarà guerra mondiale"
Esteri / Gaza, raid israeliano su un campo per sfollati a Rafah: 45 morti. Idf: eliminati 2 comandanti di Hamas. Tel Aviv: "Civili uccisi da un incendio". Crosetto: "Ingiustificabile". Ue, Borrell accusa: "Ignorata la Corte de L'Aja". Qatar: "Complica i negoziati". Erdogan paragona Netanyahu a Hitler e Milosevic. Il premier: "tragico incidente". Lo Stato ebraico apre un'indagine militare. Sparatoria tra Idf e truppe egiziane al valico di Rafah: un morto. Oltre 36mila vittime e 81mila feriti dal 7 ottobre
Esteri / Russia-Ucraina, il segretario Nato Stoltenberg attacca la Cina: “Alimenta la guerra in Europa”
Esteri / Hamas lancia una raffica di razzi verso il centro di Israele. Tregua, i negoziati riprenderanno martedì in Egitto
Esteri / “Gli arabi vadano via, Gaza sarà nostra”: l’agghiacciante intervista alla madrina dei coloni israeliani Daniela Weiss
Esteri / Il segretario Nato Stoltenberg: “L’Ucraina dovrebbe poter usare le armi occidentali per colpire in Russia”
Esteri / Israele ignora la sentenza de L'Aja e insiste coi raid. Il ministro Ben-Gvir: "Corte antisemita"