Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Variante, nel Regno Unito torna l’obbligo di mascherina nei luoghi e sui mezzi pubblici

Immagine di copertina
Credit: Ansa photo

Nel Regno Unito, ieri mattina, è tornato l’obbligo delle mascherine nei luoghi pubblici (non tutti) come sui mezzi di trasporto o nei negozi, fino al 20 dicembre. Nonostante qualcuno continuasse a indossare i dispositivi di protezione, le restrizioni obbligatorie erano state rimosse il 19 luglio, quattro mesi fa. Eppure, i contagi dalla fine di agosto continuavano a oscillare tra i 30mila e i 50mila al giorno.

Per chi non indossa le mascherine sono previste multe dalle 200 alle 6400 sterline. E dopo la prima infrazione non ci saranno sconti, si legge sul sito del governo.
A controllare che le persone indossino i dispositivi di protezione sono i funzionari ausiliari di polizia, gli addetti al trasporto pubblico e le altre persone designate dal segretario di Stato. La norma non vale, però, nei ristoranti, nei pub, negli hotel e nelle palestre. Anche per i bambini al di sotto degli 11 anni non c’è l’obbligo, così come per le persone che per motivi di salute mentale e fisica non possono indossarla.

Il cambio di rotta – o la retromarcia – è avvenuto in seguito alla comparsa della variante Omicron. Il premier Boris Johnson è tornato a parlare alla nazione dicendo, però, che un nuovo lockdown nel Regno Unito è improbabile perché il numero dei contagi derivanti dalla nuova variante è ancora piccolo.
Tra le altre misure introdotte c’è anche l’obbligo di tampone molecolare per le persone che entrano in Inghilterra. Le nuove norme saranno riviste tra tre settimane, e comunque il premier ha detto di essere fiducioso per questo Natale che “sarà notevolmente migliore rispetto a quello dello scorso anno”. Inoltre, il governo ha in previsione anche di somministrare la terza dose di vaccino anti Covid a tutta gli adulti over 18 entro la fine di gennaio.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, al via test per settimana lavorativa di 4 giorni
Esteri / Covid, in calo i contagi nel Regno Unito. L’Oms: “La fine della pandemia non è lontana”
Esteri / Roberta Metsola è la nuova presidente del Parlamento Europeo: “Onorerò David Sassoli”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, al via test per settimana lavorativa di 4 giorni
Esteri / Covid, in calo i contagi nel Regno Unito. L’Oms: “La fine della pandemia non è lontana”
Esteri / Roberta Metsola è la nuova presidente del Parlamento Europeo: “Onorerò David Sassoli”
Esteri / Cantante folk prende volontariamente il Covid per non fare il vaccino e muore
Esteri / Siberia, cinque ragazzi trovano e salvano una bambina appena nata abbandonata a -20 gradi
Esteri / Francia, la proposta shock del candidato Zemmour: “Scuole separate per studenti disabili”
Esteri / Djokovic espulso dall’Australia, il presidente serbo: “Trattato come un assassino seriale”
Esteri / “Il futuro dipende dai non vaccinati, salveranno l’umanità”: l’ultima teoria folle del Nobel Montagnier
Esteri / Djokovic, appello respinto: sarà espulso dall’Australia. “Deluso dalla sentenza”
Esteri / Proteste in Kazakistan, aggiornato il bilancio dei morti: sono 225