Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 22:15
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Usa, dipendente di Burger King ucciso da un cliente perché “troppo lento”

Immagine di copertina

Usa, dipendente di Burger King ucciso da un cliente perché “troppo lento”

Ucciso da un cliente perché “troppo lento” a completare un ordine: è quanto accaduto negli Usa a un dipendente del noto fast food Burger King. Secondo quanto ricostruito dai media statunitensi, il delitto è avvenuto lo scorso sabato 1 luglio presso il Burger King situato nell’East Colonial Drive di Orlando, in Florida. Tutto è iniziato intorno alle 19,30 quando il 37enne Kelvis Rodriguez-Tormes, questo il nome dell’omicida, è arrivato al drive-thru del fast food e ha puntato la pistola contro il 22enne Desmond Joshua. “Hai due secondi prima che ti spari” avrebbe detto l’uomo al dipendente di Burger King prima di premere il grilletto e ferire mortalmente il ragazzo, che era stato assunto da pochi mesi. A riferirlo è l’ufficio dello sceriffo della contea di Orage, che cita alcuni testimoni presenti al momento della sparatoria.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, l’assassino si sarebbe vendicato dell’uomo, “colpevole” di aver fatto attendere troppo la sua compagna. Pochi minuti prima, infatti, una donna aveva fatto una scenata al drive-thru del ristorante perché a suo dire aveva atteso troppo per un ordine. Nonostante fosse stata rimborsata di 40 dollari, la donna ha minacciato i dipendenti del Burger King dicendo loro che sarebbe ritornata con il “suo uomo”.

Leggi anche: 1. Burger King offre un lavoro part time al principe Harry / 2. Burger King trolla l’ex Big Mac di McDonald’s / 3. Un hamburger ammuffito: il nuovo spot di Burger King contro i conservanti | VIDEO

Ti potrebbe interessare
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Esteri / Maxi attacco a Gaza, distrutto palazzo dei media evacuato e i tunnel di Hamas. Finora i morti sono 139
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Ti potrebbe interessare
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Esteri / Maxi attacco a Gaza, distrutto palazzo dei media evacuato e i tunnel di Hamas. Finora i morti sono 139
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Esteri / Un milione di dollari in palio per chi si vaccina: la lotteria dell’Ohio per incentivare i No Vax
Esteri / "Io, scrittore israeliano, vi dico che l'inferno non finirà mai: Israele non sa riconoscere i suoi errori"
Esteri / Nuovi raid su Gaza, tre razzi lanciati dalla Siria. Finora 126 morti
Esteri / “I vaccinati causano infertilità e aborti”: i no-mask pensano addirittura di usare la mascherina
Esteri / In Cambogia migliaia di persone sono rimaste senza cibo e medicine a causa del lockdown
Esteri / Iran, ragazzo di 20 anni decapitato dai suoi familiari perché gay
Esteri / L’uomo con 151 figli e 16 mogli: “Il mio lavoro è soddisfarle sessualmente”