Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Usa, 13enne colpito a morte dalla polizia: “Era armato”. Ma aveva le mani alzate | VIDEO

 

La polizia di Chicago ha rilasciato un video che mostra gli istanti immediatamente precedenti e successivi al momento in cui un agente ha sparato e colpito a morte un ragazzo ispanico di 13 anni, Adam Toledo, in un vicolo buio della città.

L’episodio risale al 29 marzo scorso. Il video della Bodycam mostra il poliziotto inseguire il ragazzino in un vicolo e intimargli di fermarsi e di gettare a terra l’arma che avrebbe tenuto in mano. C0me sottolinea la Bbc, le mani del ragazzo sembrano essere vuote nel fermo immagine del video subito prima del colpo.

In un rapporto, la polizia aveva detto che il ragazzo era armato. Nel video della polizia, di cui vi mostriamo un breve estratto, c’è un fermo immagine del momento in cui il ragazzino avrebbe estratto l’arma. Viene poi inquadrata la pistola per terra, vicino al punto in cui è caduto l’adolescente. Citata dalla Cnn, la polizia afferma che il ragazzo avesse in mano una pistola che è stata poi recuperata a pochi metri dal suo corpo.

Nella serata di ieri si sono tenute alcune proteste nei dintorni di Chicago, poche ore dopo che la sindaca della città, Lori Lightfoot, aveva fatto appello alla calma. I video completi sono visibili sul sito della polizia di Chicago (attenzione: il contenuto delle immagini è molto forte).

Leggi anche: 1. Usa, un altro afroamericano colpito a morte dalla polizia. Esplodono le proteste /2. Usa, al via il processo contro l’agente accusato per la morte di George Floyd. La famiglia: “Gli ha tolto l’anima”

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa: la polizia di Los Angeles e la DEA aprono un’indagine sulla morte di Matthew Perry
Esteri / Papa Francesco: “No alle donne diacono e non si possono benedire le unioni omosessuali”
Esteri / Gaza: oltre 35.700 morti e quasi 80mila feriti dal 7 ottobre. Nessun servizio sanitario a Gaza City e nel nord della Striscia. Idf schierano un’altra brigata a Rafah. Norvegia, Spagna e Irlanda riconosceranno lo Stato di Palestina. Israele convoca gli ambasciatori. Critiche dalla Casa bianca. La Francia: "Non è il momento". Netanyahu: "Sarebbe uno Stato terrorista"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa: la polizia di Los Angeles e la DEA aprono un’indagine sulla morte di Matthew Perry
Esteri / Papa Francesco: “No alle donne diacono e non si possono benedire le unioni omosessuali”
Esteri / Gaza: oltre 35.700 morti e quasi 80mila feriti dal 7 ottobre. Nessun servizio sanitario a Gaza City e nel nord della Striscia. Idf schierano un’altra brigata a Rafah. Norvegia, Spagna e Irlanda riconosceranno lo Stato di Palestina. Israele convoca gli ambasciatori. Critiche dalla Casa bianca. La Francia: "Non è il momento". Netanyahu: "Sarebbe uno Stato terrorista"
Esteri / Migliaia di migranti abbandonati nel deserto con i fondi dell’Ue: una nuova inchiesta svela il coinvolgimento di Bruxelles
Esteri / Turbolenza sul volo Londra-Singapore: un morto e 54 feriti
Esteri / A Gaza oltre 35.600 morti dal 7 ottobre. Qatar: "I colloqui per la tregua sono in stallo". Gallant: "Non riconosciamo l'autorità della Corte penale internazionale". Sequestrate attrezzature tv nella sede di AP a Sderot: "Fornivano immagini ad al-Jazeera". Iran, le presidenziali si terranno il 28 giugno
Esteri / Corte penale internazionale, il procuratore chiede l'arresto per Netanyahu, Gallant e tre leader di Hamas
Esteri / Vittoria per Julian Assange: può fare appello contro l’estradizione negli Usa
Esteri / Iran: cosa può accadere ora dopo la morte del presidente Raisi
Esteri / Cosa sappiamo finora sull'incidente del presidente iraniano Raisi