Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:21
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Che ci faceva un uomo con un cestino in testa vicino a Theresa May durante le elezioni?

Immagine di copertina

Si chiama Lord Buckethead e si definisce “signore dello spazio intergalaticco”. Era tra i candidati per il collegio di Maidenhead. Ma chi è quest'uomo?

La notte tra l’8 e il 9 giugno, durante lo scrutinio dei voti per le elezioni generali nel Regno Unito, l’attenzione dei media internazionali è stata catturata da alcune figure poco ortodosse che probabilmente in altri paesi non ci si aspetta di vedere nei luoghi della politica.

Tra i personaggi che hanno sorpreso di più gli stranieri c’è Lord Buckethead (Signor testa-a-cestino) che è comparso vicino a Theresa May sul podio mentre venivano annunciati i risultati del collegio di Maidenhead.

L’uomo con il cestino sulla testa è a tutti gli effetti un candidato di quel collegio: ha corso come indipendente alle elezioni e ha ottenuto il record personale di 249 voti nel Berkshire.

Altri candidati dello stesso collegio elettorale erano Bobby Smith, che è comparso vestito come un personaggio dei Muppet chiamato Elmo e che corre con il partito Give me back Elmo, e un eccentrico membro del Monster Raving Loony Party, la formazione politica fondata nel 1983 dal musicista David Sutch.

Insieme agli altri candidati questi personaggi sono comparsi in una fotografia pubblicata da alcuni siti britannici, secondo i quali sarebbe esplicativa dello stato della democrazia britannica nel 2017.

Ma chi è Lord Buckethead?

Non conosciamo il suo vero nome, ma lui si autodefinisce un “signore dello spazio intergalattico”. Inoltre, non è la prima volta che un candidato con questo epiteto partecipa alla competizione elettorale. Un Lord Buckethead ha corso contro Margaret Thatcher nel 1987 e ha perso con soli 131 voti, candidandosi anche contro John Major nel 1992.

Buckethead ha anche un suo programma elettorale, che prevede una leadership “forte ma non interamente stabile”, prendendo ironicamente spunto dallo slogan di Theresa May “strong and stable”.

Maidenhead non è l’unico collegio ad avere candidati “speciali”. A Cumbria’s Westmorland and Lonsdale il leader dei Liberal democratici Tim Farron è stato sfidato da Mr Fishfinger, un uomo vestito come un pezzo di cibo congelato. L’uomo ha deciso di candidarsi dopo che un sondaggio informale su Twitter ha mostrato che gli utenti avrebbero preferito essere governati da un pezzo di pesce congelato piuttosto che da Farron. Ha ottenuto 309 voti.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Ti potrebbe interessare
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Esteri / Pizza per l’Italia e Chernobyl per l’Ucraina: la gaffe della tv sudcoreana alle Olimpiadi di Tokyo
Esteri / “Una storia horror? Vacanza-studio in Italia”, il tweet di Amanda Knox scatena le polemiche
Esteri / Il Papa: “Ogni giorno 7mila bambini muoiono di fame, è uno scandalo”
Esteri / Il Pride a Budapest: 10mila in piazza contro la legge anti-Lgbt di Orban
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Esteri / India, 4.300 morti in due mesi per i contagi da fungo nero: “Un’epidemia nella pandemia”