Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Ucraina, il Wsj: “Gli Usa chiedono a Zelensky di pensare a ‘richieste realistiche’ per la pace”

Immagine di copertina

Ucraina, il Wsj: “Gli Usa chiedono a Zelensky di pensare a ‘richieste realistiche’ per la pace”

L’amministrazione statunitense sta spingendo il governo ucraino a valutare la ripresa dei colloqui di pace con la Russia, dopo il successo della controffensiva che negli scorsi giorni ha portato alla riconquista di Kherson.

Secondo il Wall Street Journal, il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, Jake Sullivan, ha suggerito a Volodimir Zelensky lo scorso 4 novembre di mostrarsi aperto ai negoziati. Una presa di posizione che consentirebbe a Kiev di avvantaggiarsi. Secondo quanto riferito al quotidiano da due fonti diplomatiche europee, durante l’incontro tenuto a Kiev, Sullivan ha consigliato all’entourage di Zelensky di iniziare a pensare a “priorità e richieste realistiche” per i negoziati. Il consigliere di Joe Biden ha anche invitato a una “riconsiderazione” dell’obiettivo dichiarato di riconquistare la Crimea, annessa alla Federazione Russa nel 2014.

“Resta da vedere se sarà fatta o meno una valutazione sul fatto che l’Ucraina sia disposta o meno a scendere a compromessi con la Russia”, la posizione ufficiale articolata da Joe Biden settimana scorsa. “Entrambi si leccheranno le ferite, decideranno… cosa faranno durante l’inverno e decideranno se scendere a compromessi o meno”, ha detto il presidente statunitense parlando alla Casa bianca giovedì scorso. “C’è una finestra di opportunità per i negoziati”, aveva detto il giorno precedente il capo di stato maggiore statunitense, Mark Milley.

“Gli Stati Uniti non stanno facendo pressioni sull’Ucraina. Non insistiamo sulle cose con l’Ucraina”, aveva specificato nello stesso giorno Sullivan, affermando che il compito dei paesi occidentali che stanno fornendo aiuti alle forze ucraine è quello “di metterli nella posizione migliore sul campo di battaglia in modo che quando e se ci sarà un’opportunità per la diplomazia, siano nella posizione migliore al tavolo delle trattative”. “Continuiamo a fornire assistenza per la sicurezza in Ucraina”, ha detto dopo la pubblicazione dell’articolo del Wall Street Journal. “Come sapete, che c’è un pacchetto di aiuti che abbiamo appena annunciato, e ce ne sarà un altro nelle prossime settimane, dello stesso importo, che verrà inviato prossimamente, seguendo gli intervalli temporali di invio degli aiuti usati in questi mesi”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La tregua a Gaza è più lontana. Hezbollah: “Soldati israeliani tentano infiltrazione in Libano”. Hamas: “Non sappiamo quanti sono gli ostaggi ancora vivi”
Esteri / Riprendono a Il Cairo i negoziati di pace, Israele per il momento non va: "Prima la lista degli ostaggi vivi"
Esteri / Reportage TPI – Dentro la roccaforte di Hezbollah
Ti potrebbe interessare
Esteri / La tregua a Gaza è più lontana. Hezbollah: “Soldati israeliani tentano infiltrazione in Libano”. Hamas: “Non sappiamo quanti sono gli ostaggi ancora vivi”
Esteri / Riprendono a Il Cairo i negoziati di pace, Israele per il momento non va: "Prima la lista degli ostaggi vivi"
Esteri / Reportage TPI – Dentro la roccaforte di Hezbollah
Esteri / L’economista Zamagni a TPI: “Oggi le guerre sono figlie della ribellione del Sud Globale all’Occidente”
Esteri / Bombardamenti israeliani nel centro di Gaza: 17 morti. L'allarme dell'Oms: "Nella Striscia rischio carestia"
Esteri / Papa Francesco: “L’ideologia del gender è il pericolo più brutto”
Esteri / Strage di civili a Gaza: il filmato dei palestinesi accalcati intorno ai camion degli aiuti
Esteri / Nella Striscia di Gaza si sta consumando una catastrofe umanitaria senza precedenti
Esteri / Putin: “L’Occidente rischia di provocare una guerra nucleare che devasterebbe la civiltà”
Esteri / Macron dopo la strage della farina: “Orrore a Gaza, cessate il fuoco subito e aiuti”. Borrell: "Inorridito da massacro"