Coronavirus:
positivi 85.388
deceduti 14.681
guariti 19.758

Trovata in Danimarca la bambina rapita dal padre a Milano, localizzata con la posizione del cellulare

Di Donato De Sena
Pubblicato il 23 Dic. 2019 alle 19:00
32
Immagine di copertina

Trovata in Danimarca la bambina rapita dal padre a Milano

È stata trovata in Danimarca la bambina di 11 anni che venerdì scorso, 20 dicembre, era stata portata via a Milano dal padre siriano. Il genitore aveva rapito la piccola già nel 2016. La bambina si trovava precisamente ad Arhus, in compagnia dell’uomo. Ora è in buone condizioni. Al rintraccio della piccola si è arrivati grazie alla geolocalizzazione di un cellulare curata dalla Squadra mobile di Milano e dallo Scip, il Servizio di cooperazione internazionale di polizia.

La bambina, dopo un lungo periodo trascorso in Siria, era stata riaffidata alla madre ecuadoriana meno di un mese fa ma il 20 dicembre il padre si era presentato all’uscita da scuola facendosela consegnare.

Localizzata con la posizione del cellulare

La piccola, stando a una prima ricostruzione, ieri, domenica 22 dicembre, ha telefonato alla madre per rassicurarla. Ed è stata proprio questa telefonata a permettere la geolocalizzazione tramite il sistema Scip.

A completare l’operazione è poi stata la polizia danese su indicazioni date dal servizio per la cooperazione internazionale di polizia e dalla squadra mobile di Milano, guidata da Marco Calì. La bambina si trova ora in una struttura protetta.

“Sono orgogliosa per il lavoro e la professionalità della Squadra Mobile di Milano e dello Scip della Criminalpol – ha dichiarato la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese – che oggi hanno rintracciato in Danimarca la bambina rapita alcuni giorni fa dal padre davanti a una scuola milanese”. “Grazie alla polizia di Stato – ha aggiunto la titolare del Viminale – che ha fatto il regalo di Natale più bello a una mamma distrutta dal dolore e dall’angoscia per tre lunghissimi giorni”.

Le notizie di esteri di TPI

32
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.