Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:09
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Le testimonianze da Gaza di due bambini di 10 anni: “Perché ci bombardate?”

“Ogni volta che c’è un attacco aereo ci spaventiamo, ogni volta che proviamo a scappare quando arriviamo alla porta c’è un altro attacco e corriamo dentro più veloce che possiamo”. I bambini di Gaza raccontano il terrore che stanno vivendo in uno dei territori più martoriati da decenni.

La nuova escalation di tensione tra Israele e Palestina ha prodotto il triste bilancio di 212 morti, tra cui 61 bambini, sulla striscia di Gaza. Per quanto l’Onu dichiari di lavorare per il cessate il fuoco immediato e per quanto la mediazione del Cairo si sta avvicinando a un’intesa, il premier israeliano Benyamin Netanyahu chiarisce che la tregua è ancora lontana.

Nell’ultima settimana sono stati uccisi 61 bambini a Gaza e due nel sud di Israele e più di mille persone, compresi 366 minori, sono rimaste ferite a Gaza, l’equivalente di quasi tre bambini feriti ogni ora, da quando è iniziata l’escalation del 14 maggio tra Israele e gruppi armati nella Striscia. Decine di persone sono state ferite anche nel sud di Israele. Lo denuncia Save the Children, l’Organizzazione che da oltre 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro, che chiede un cessate il fuoco immediato a tutte le parti.

“Ogni volta che nascondo la testa sotto il cuscino, c’è un altro attacco e mi sveglio terrorizzato. Tutte le volte che c’è un attacco aereo o un rumore forte iniziamo a piangere. Anche quando cerchiamo di andare a dormire ci sono attacchi aerei e ci svegliamo spaventate. Vogliamo vivere come i bambini negli altri Paesi che possono andare a giocare nei cortili e invece viviamo così. Perché tutto questo sta succedendo a noi?”, proseguono i bambini sentiti da Save The Children.

Se da un lato i bombardamenti continuano incessabilmente, dall’altro le strutture sanitarie e le infrastrutture civili potrebbero presto essere lasciate senza l’energia necessaria per erogare forniture cruciali e cure di emergenza. Infine, i bambini gravemente malati e feriti non possono lasciare Gaza per essere curati.

Secondo le Nazioni Unite, gli ultimi danni alle infrastrutture hanno lasciato 480.000 persone a Gaza con accesso limitato o nullo all’acqua. Mentre sono più di 58.000 i palestinesi sfollati a causa degli attacchi aerei israeliani che hanno distrutto o gravemente danneggiato quasi 450 edifici nella Striscia di Gaza. Circa 47.000 degli sfollati hanno cercato rifugio in 58 scuole gestite dalle Nazioni Unite a Gaza, ha detto ai giornalisti Jens Laerke, portavoce dell’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (OCHA).

“Quasi 60 bambini sono stati uccisi a Gaza in una settimana. Quante altre famiglie devono perdere i propri cari prima che la comunità internazionale agisca? Dove possono correre i più piccoli quando gli attacchi aerei piovono sulle loro case? Le famiglie a Gaza e il nostro staff ci dicono che sono al punto di rottura: vivono all’inferno senza un posto dove trovare rifugio e apparentemente senza fine in vista. Le forniture di base e l’energia si stanno esaurendo, aggravando e alimentando ulteriormente questa catastrofe umanitaria” ha dichiarato Jason Lee, Direttore di Save the Children per i territori palestinesi occupati.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Ti potrebbe interessare
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Esteri / Regno Unito, 61 persone bloccate in un pub sommerso dalla neve: “Per fortuna abbiamo molta birra” | VIDEO
Cronaca / Variante Omicron, l’Oms: “Rischio elevato, possibili gravi conseguenze”
Esteri / Repubblica Ceca, la nomina del nuovo primo ministro è a prova di Covid | VIDEO
Esteri / Disney+ sbarca a Hong Kong, la censura elimina l’episodio dei Simpson su Piazza Tiananmen
Esteri / Il business del plasma: quanto guadagnano gli Usa dal sangue dei più poveri
Esteri / Inchiesta “Oro liquido”: il prezzo del commercio di sangue nell’America degli ultimi
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue