Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 09:40
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La tennista cinese scomparsa dopo la denuncia di abusi sessuali dall’ex vicepremier Zhang Gaoli

Immagine di copertina

La tennista Peng Shuai starebbe soltanto riposando a casa. “Non sono scomparsa e nemmeno in pericolo” è quanto si legge in una e-mail pubblicata dalla tv cinese Cgtn e attribuita alla campionessa di tennis. Il 2 novembre aveva denunciato pubblicamente su Weibo – social network cinese simile a Facebook – di aver subito violenze sessuali da parte dell’ex vicepremier cinese Zhang Gaoli, ma nella e-mail compare anche la smentita degli abusi: “Non è vero”, si legge. Il destinatario della lettera è Steve Simon, presidente della Women’s Tennis Association (Wta), che non crede l’abbia scritta lei e lo fa sapere in una nota. Anche su Twitter gli utenti si chiedono chi l’abbia mandata perché nessuno crede alla sua veridicità, mentre sale la preoccupazione.

Nell’email, Peng Shuai si rivolge anche alla Wta chiedendo di verificare con lei le notizie prima di pubblicarle e di rilasciarle con il suo consenso. Dal 2 novembre la tennista non compare più in pubblico e non lo fa nemmeno con questa e-mail che potrebbe essere scritta, invece, da chiunque. Così come continuano a non riuscire a contattarla i funzionari della Wta. A prendere una posizione netta sono anche i big del tennis come Novak Djokovic che dice di essere sconvolto e Naomi Osaka che scrive su Twitter: “La censura non va mai bene, a nessun costo”. Il post di denuncia, inoltre, era stato rimosso dal social. E non da Peng. Da allora non solo si è persa ogni traccia della tennista, ma anche il silenzio da parte dei funzionari del governo cinese o della federazione cinese di tennis ha avvolto la vicenda. Mentre su Twitter tutti si chiedono: #WhereIsPengShuai.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Orrore in Germania, cinque morti in una casa: tre sono bambini
Esteri / Il canale della morte: il fotoreportage sulla strage nella Manica su TPI
Esteri / Papa Francesco: “La morte va accolta, non somministrata”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Orrore in Germania, cinque morti in una casa: tre sono bambini
Esteri / Il canale della morte: il fotoreportage sulla strage nella Manica su TPI
Esteri / Papa Francesco: “La morte va accolta, non somministrata”
Esteri / Studente italiano ucciso a New York, ferito anche un altro connazionale. Arrestato l'aggressore
Esteri / L’addio commosso di Angela Merkel: “Grazie per la fiducia”
Esteri / Copenaghen, 31 persone trascorrono la notte nel negozio Ikea isolato dalla neve
Esteri / Un quiz per scoprire quanto ne sai sull’Hiv (e smontare le false credenze)
Esteri / India, i bambini muoiono per lo smog. Un decesso su dieci sotto i cinque anni è per l’inquinamento
Esteri / Dalla Francia a Israele: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori