Covid ultime 24h
casi +25.853
deceduti +722
tamponi +230.007
terapie intensive +32

La Svizzera potrebbe essere coinvolta nelle tensioni tra Turchia e Unione europea

Il governo di Berna deve gestire le richieste di asilo politico di numerosi cittadini turchi, arrivate dopo il fallito colpo di stato in Turchia di luglio 2016

Di TPI
Pubblicato il 9 Mar. 2017 alle 14:57 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 19:06
0
Immagine di copertina

Lo scontro diplomatico tra la Turchia e gli altri stati dell’Unione europea potrebbe presto coinvolgere la Svizzera.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il paese deve gestire contemporaneamente numerose domande dei cittadini turchi per ottenere asilo politico e la richiesta della capitale finanziaria Zurigo di evitare un comizio del ministro degli Esteri turco previsto per domenica 12 marzo.

L’Hotel Hilton che avrebbe dovuto ospitare l’evento ha cancellato l’appuntamento per motivi di sicurezza. Il discorso del ministro Mevlut Cavusoglu era programmato nell’ambito della campagna referendaria sul presidenzialismo in Turchia. Il voto è previsto nel mese di aprile.

Dopo il tentativo di colpo di stato del luglio 2016, il segretariato di stato per l’immigrazione di Berna ha registrato circa 408 richieste di asilo di cittadini turchi in Svizzera. 

I rapporti risultano tesi soprattutto tra il governo turco e la Germania, che ha impedito a diversi esponenti politici di Ankara di tenere manifestazioni sul suo territorio. A seguito di questi episodi il presidente turco Erdogan aveva definito l’atteggiamento tedesco come molto simile a quello del periodo nazista. 

Secondo le statistiche del governo svizzero i cittadini turchi presenti sul suo territorio sarebbero circa 68 mila. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.