Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 07:38
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il nuovo Superman ha diciassette anni ed è cinese

Immagine di copertina

Si chiama Kenji Kong, vive a Shangai e da Clark Kent ha ereditato una parte dei superpoteri. Questo supereroe nasce dalla mente del fumettista Gene Luen Yang

Dal 13 aprile scorso, il nuovo supereroe con tuta blu, mantello rosso e una S stampata sul petto, ha gli occhi a mandorla ed è cinese. Si tratta di Superman, l’eroe nato dalla matita dei due fumettisti Jerry Siegel e Joe Shuster nel lontano 1933 e pubblicato dalla DC Comics soltanto nel 1938. 

Nell’ambito del rilancio editoriale della Dc Rebirth per ridare vitalità al settore fumettistico, la DC Comics ha deciso di creare una terza serie del supereroe dei fumetti, da cui sono stati tratti film e serie televisive. 

Il nuovo fumetto s’intitola New Superman ed è stato scritto da Gene Luen Yang e disegnato da Viktor Bogdanovic. La storia è ambientata a Shanghai e ha come protagonista un 17enne cinese che ha ricevuto una parte dei poteri di Superman. 

“Tutti nel mondo riconosciamo Superman”, ha detto il fumettista americano di origini asiatiche alla Nbc. “La ragione per cui trascende le culture è che incarna ideali internazionali che sono interculturali. Abbiamo voluto raccontare una storia su un Superman ideale, ma raccontarla dal punto di vista di una diversa cultura. Indipendentemente da dove si cresce, tutti sanno ciò che egli rappresenta”. 

I precedenti lavori realizzati dal fumettista Luen Yang – come ‘American Born Chinese’ – sono tutti prevalentemente incentrati sull’essere stranieri e su come vivere e crescere in America. Inoltre, dal giugno del 2015 Yang è stato ingaggiato come sceneggiatore della serie di Superman. 

Il Superman cinese si chiama Kenji Kong e vive nella metropoli cinese. Nonostante qualche critica sollevata per il nome scelto, che suona più giapponese che cinese, il suo creatore ha così replicato. “Volevo trovare un nome che funzionasse in cinese e che fosse anche immediatamente pronunciabile da un lettore americano. Con Kenji Kong, ci siamo molto avvicinati alla pronuncia della K di Clark Kent”.

Al nuovo supereroe dagli occhi a mandorla si affiancano altri personaggi dei fumetti che incarnano il principio del multiculturalismo che molte industrie del fumetto vogliono diffondere. Ad esempio, il nuovo Hulk è un americano di origini coreane, mentre Miss Marvel è una ragazza pakistana. Optando per un eroe cinese, Dc Comics ha voluto in qualche modo attrarre un pubblico cinese piuttosto ampio che risiede negli Stati Uniti. 

Il nuovo Superman uscito dalla fantasia di Luen Yang appare accondiscendente con le persone intorno a lui, allo stesso tempo gli piace prendere in giro tutti coloro che non sono in grado di scoprire la sua identità segreta. “Ma si mostra davvero brutale con i suoi nemici. Non ha paura di uccidere. E ci ha messo molto tempo per diventare come il Clark Kent che noi tutti conosciamo”, ha sottolineato ancora il fumettista Yang. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / "Quella maledetta esplosione ha ucciso nostra figlia e distrutto la nostra casa"
Esteri / L’Ungheria evoca l’uscita dall’Ue: “Possibile nel 2030, quando dovremo dare più di quanto riceviamo”
Esteri / A Wuhan torna l’incubo lockdown: isolato un quartiere e chiuse le scuole
Ti potrebbe interessare
Esteri / "Quella maledetta esplosione ha ucciso nostra figlia e distrutto la nostra casa"
Esteri / L’Ungheria evoca l’uscita dall’Ue: “Possibile nel 2030, quando dovremo dare più di quanto riceviamo”
Esteri / A Wuhan torna l’incubo lockdown: isolato un quartiere e chiuse le scuole
Esteri / Bielorussia, ritrovato morto impiccato il dissidente anti Lukashenko scomparso a Kiev
Esteri / I sospetti dei media Usa e inglesi sulla vittoria di Jacobs: “La storia è piena di vincitori dopati”
Esteri / Regno Unito, in autunno terza dose di vaccino per tutti: la decisione di Boris Johnson
Esteri / Vettel contro Orban: indossa la maglietta pro Lgbt. “Sostengo chi soffre, squalificatemi”
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”