Covid ultime 24h
casi +18.916
deceduti +280
tamponi +323.047
terapie intensive +22

Il nuovo Superman ha diciassette anni ed è cinese

Si chiama Kenji Kong, vive a Shangai e da Clark Kent ha ereditato una parte dei superpoteri. Questo supereroe nasce dalla mente del fumettista Gene Luen Yang

Di TPI
Pubblicato il 4 Dic. 2016 alle 11:33 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 22:03
0
Immagine di copertina

Dal 13 aprile scorso, il nuovo supereroe con tuta blu, mantello rosso e una S stampata sul petto, ha gli occhi a mandorla ed è cinese. Si tratta di Superman, l’eroe nato dalla matita dei due fumettisti Jerry Siegel e Joe Shuster nel lontano 1933 e pubblicato dalla DC Comics soltanto nel 1938. 

Nell’ambito del rilancio editoriale della Dc Rebirth per ridare vitalità al settore fumettistico, la DC Comics ha deciso di creare una terza serie del supereroe dei fumetti, da cui sono stati tratti film e serie televisive. 

Il nuovo fumetto s’intitola New Superman ed è stato scritto da Gene Luen Yang e disegnato da Viktor Bogdanovic. La storia è ambientata a Shanghai e ha come protagonista un 17enne cinese che ha ricevuto una parte dei poteri di Superman. 

“Tutti nel mondo riconosciamo Superman”, ha detto il fumettista americano di origini asiatiche alla Nbc. “La ragione per cui trascende le culture è che incarna ideali internazionali che sono interculturali. Abbiamo voluto raccontare una storia su un Superman ideale, ma raccontarla dal punto di vista di una diversa cultura. Indipendentemente da dove si cresce, tutti sanno ciò che egli rappresenta”. 

I precedenti lavori realizzati dal fumettista Luen Yang – come ‘American Born Chinese’ – sono tutti prevalentemente incentrati sull’essere stranieri e su come vivere e crescere in America. Inoltre, dal giugno del 2015 Yang è stato ingaggiato come sceneggiatore della serie di Superman. 

Il Superman cinese si chiama Kenji Kong e vive nella metropoli cinese. Nonostante qualche critica sollevata per il nome scelto, che suona più giapponese che cinese, il suo creatore ha così replicato. “Volevo trovare un nome che funzionasse in cinese e che fosse anche immediatamente pronunciabile da un lettore americano. Con Kenji Kong, ci siamo molto avvicinati alla pronuncia della K di Clark Kent”.

Al nuovo supereroe dagli occhi a mandorla si affiancano altri personaggi dei fumetti che incarnano il principio del multiculturalismo che molte industrie del fumetto vogliono diffondere. Ad esempio, il nuovo Hulk è un americano di origini coreane, mentre Miss Marvel è una ragazza pakistana. Optando per un eroe cinese, Dc Comics ha voluto in qualche modo attrarre un pubblico cinese piuttosto ampio che risiede negli Stati Uniti. 

Il nuovo Superman uscito dalla fantasia di Luen Yang appare accondiscendente con le persone intorno a lui, allo stesso tempo gli piace prendere in giro tutti coloro che non sono in grado di scoprire la sua identità segreta. “Ma si mostra davvero brutale con i suoi nemici. Non ha paura di uccidere. E ci ha messo molto tempo per diventare come il Clark Kent che noi tutti conosciamo”, ha sottolineato ancora il fumettista Yang. 

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.