Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 17:00
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Storico di fama mondiale fa a pezzi la fidanzata: trovati resti del corpo nello zaino

Immagine di copertina

Uno dei massimi esperti mondiali di Napoleone, professore di Storia all’università di San Pietroburgo e insignito della Legion d’Onore in Francia.

È questo il profilo dell’uomo che, in Russia, ha sparato in testa alla fidanzata di 24 anni per poi fare a pezzi il corpo. Il nome dell’assassino è Oleg Sokolov, 63 anni.

Il professore, che già in passato era stato denunciato per abusi nei confronti di alcuni suoi studenti, giovedì 7 novembre ha ucciso la compagna Anastassia Echtchenko, di 39 anni più giovane di lui, usando una pistola ad aria compressa.

Il delitto è stato scoperto due giorni dopo, quando l’uomo è stato trovato nel fiume Mojka di San Pietroburgo con uno zaino in spalla. Proprio nello zaino erano nascoste le braccia della vittima. Sokolov, quando è stato scoperto, stava tentando di occultare questi resti nel fiume.

Dopo la macabra scoperta, la polizia lo ha arrestato e ha fatto poi irruzione nella sua abitazione. Qui sono stati trovati altri resti della vittima, oltre a una sega con chiazze di sangue, l’arma del delitto.

Sokolov ha confessato e ha spiegato che stava meditando di uccidersi con un colpo in testa vestito da Napoleone Bonaparte nella fortezza di San Paolo, davanti ai turisti.

Il motivo? Lo avrebbe fatto come “commemorazione” dell’amore per la donna a cui ha tolto la vita, Anastassia Echtchenko, che amava vestirsi da Giuseppina inscenando alcune rappresentazioni con il professore.

Dopo essere stato trovato nel fiume, ubriaco, Sokolov è stato trasportato in ospedale per ipotermia. Successivamente, è stato trasferito in commissariato per l’interrogatorio.

L’uomo ha subito collaborato con gli inquirenti, raccontando nei minimi dettagli il macabro delitto.

Il professore, tra le altre cose, faceva parte del consiglio scientifico dell’Issep, scuola politica della nipote di Marine Le Pen ed ex deputata francese Marion Maréchal, che ha sede a Lione. L’incarico gli è stato immediatamente revocato.

Qui tutte le ultime notizie di esteri

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, il concerto di Bruce Springsteen è vietato a chi si è vaccinato con AstraZeneca
Esteri / Juneteenth, il giorno per ricordare la fine della schiavitù dei neri, diventa festa federale negli Usa
Esteri / Israele presta ai palestinesi oltre un milione di vaccini Pfizer in scadenza
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, il concerto di Bruce Springsteen è vietato a chi si è vaccinato con AstraZeneca
Esteri / Juneteenth, il giorno per ricordare la fine della schiavitù dei neri, diventa festa federale negli Usa
Esteri / Israele presta ai palestinesi oltre un milione di vaccini Pfizer in scadenza
Esteri / Schiavitù infantile, Corte Suprema Usa blocca causa contro i giganti del cioccolato
Esteri / La variante Delta spaventa il Regno Unito: mai così tanti casi da febbraio
Esteri / Chi è Lina Khan, la nuova dirigente dell'Antitrust americano che fa tremare le Big Tech
Esteri / Covid, la Cina risponde alle accuse: “Gli scienziati di Wuhan meritano il premio Nobel”
Esteri / Omicidio Regeni, l’impertinenza egiziana: “Non c’è motivo per iniziare un processo”
Esteri / Un bisonte e un paio d'occhiali da sole: così sottovoce Biden torna a trattare con Putin
Esteri / “Forza Italia”: Patrick Zaki scrive un bigliettino per gli azzurri dal carcere egiziano