Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 06:11
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Sri Lanka, la Farnesina: “Finora nessuna vittima italiana”

Immagine di copertina
Le prime pagine dei giornali locali. Credit: Anthony WALLACE / AFP

Non ci sono state vittime italiane negli attenti in Sri Lanka che hanno bagnato di sangue la Pasqua 2019. Nessun italiano neanche tra i feriti. La conferma arriva dalla Farnesina, che ha immediatamente avviato gli accertamenti del caso.

“Finora non risultano vittime italiane ma prosegue il lavoro dell’Unità di Crisi della Farnesina e dell’ambasciata d’Italia a Colombo per le opportune verifiche”, fanno sapere fonti del ministero degli Esteri.

Sul sito Viaggiare Sicuri raccomanda  ai turisti che si trovano nel paese “di evitare le zone interessate e di seguire le indicazioni delle autorità locali”.

“L’aeroporto internazionale di Colombo risulta aperto ma si registrano ritardi e disagi”, prosegue la Farnesina, che invita gli italiani in partenza per lo Sri Lanka a verificare l’operatività dei voli con il proprio tour operator o con la compagnia aerea.

A chi invece è in partenza dallo Sri Lanka le autorità locali raccomandano di recarsi in aeroporto con 4 ore di anticipo per effettuare i controlli di sicurezza. “In caso di emergenza”, la Farnesina invita a contattare l’Ambasciata d’Italia al numero di telefono 0094777488688.

Negli attentati di Pasqua sono morte almeno 290 persone: il Governo locale ha dichiarato che gli attacchi sono da ricondurre a un gruppo jihadista.

Agli italiani che vogliano recarsi nello Sri Lanka la Farnesina raccomanda di prestare particolare attenzione nei distretti settentrionali di Vavuniya, Jaffna, Kilinochchi e Mullaitivu.

“Si consiglia di valutare attentamente ogni decisione di viaggio e, nel caso in cui si decida di intraprendere trasferte nelle province settentrionali, di esercitare particolare cautela. In tale area, peraltro, sono poche le strutture alberghiere adeguate ad accogliere turisti stranieri”, si legge sul sito Viaggiare Sicuri.

Sri Lanka, la testimonianza di un turista italiano: “C’è il coprifuoco, non si può uscire dall’hotel”

Ti potrebbe interessare
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Ti potrebbe interessare
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane
Esteri / Dalla conversione all’Islam ai precedenti: chi è l’attentatore di Kongsberg armato di arco e frecce
Esteri / Incendio in un grattacielo a Taiwan, almeno 46 morti
Esteri / Libano, violenti scontri a Beirut: almeno 5 morti e 30 feriti
Esteri / Il direttore dell'Oms: "Non esclusa l'ipotesi della fuoriuscita dal laboratorio"