Covid ultime 24h
casi +13.633
deceduti +472
tamponi +264.728
terapie intensive -28

La squadra di atletica leggera russa non parteciperà alle Olimpiadi di Rio

Lo ha stabilito il tribunale arbitrale per lo Sport di Losanna. L'intera squadra olimpica russa rischia però l'espulsione, la decisione arriverà nei prossimi giorni

Di TPI
Pubblicato il 21 Lug. 2016 alle 11:43 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 20:09
0
Immagine di copertina

La squadra di atletica leggera russa non gareggerà alle Olimpiadi di Rio de Janeiro che inizieranno il prossimo 5 agosto. 

La decisione del Tribunale arbitrale per lo Sport di Losanna arriva dopo un’inchiesta sull’uso di sostanze dopanti da parte degli atleti della federazione.

La Federazione di Atletica Leggera Russa (Araf) era già stata espulsa da questa edizione dei Giochi, in seguito a un voto dell’Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica Leggera che ha imposto alla Araf il divieto di partecipare a qualsiasi competizione internazionale.

Il comitato olimpico russo insieme a 68 atleti si era appellata al Tribunale Arbitrale dello Sport per contestare il verdetto, che invece è stato confermato. Un piccolo numero di atleti potrà comunque partecipare alle Olimpiadi, una volta dimostrato di essere puliti, non con la bandiera del proprio paese ma con quella del Comitato Olimpico Internazionale. Si tratterebbe finora solo della saltatrice Klishina e la mezzofondista Stepanova. 

Intanto in Russia il governo ha ripetutamente negato l’accusa di aver “diretto, controllato e supervisionato” il processo di manipolazione dei test antidoping.

Nei prossimi giorni arriverà il verdetto che deciderà se l’intera squadra di atleti russi debba essere bandita dalle Olimpiadi, oltre a quella di atletica leggera. 

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.