Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:21
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

In Slovenia il presidente uscente non vince al primo turno: si andrà il ballottaggio

Immagine di copertina
Il presidente uscente della Slovenia, Borut Pahor. Credit: Afp

Borut Pahor ha ottenuto il maggior numero di voti ma non è riuscito a farsi eleggere al primo turno. Il ballottaggio delle presidenziali si terrà il 12 novembre

Domenica 22 ottobre si sono svolte le elezioni presidenziali in Slovenia. Nove candidati hanno partecipato alla tornata elettorale, tra cui il presidente uscente Borut Pahor. Nessun candidato ha ottenuto la maggioranza dei voti necessaria per essere eletto. Per questo, il 12 novembre 2017 si terrà il ballottaggio tra Borut Pahor e lo sfidante Marjan Šarec.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

La Slovenia dovrà quindi attendere il ballottaggio per conoscere il nome del nuovo presidente, che si insedierà il 23 dicembre, anche se Pahor ha un consistente vantaggio su Šarec. Il presidente uscente ha però mancato la vittoria al primo turno per non aver raggiunto il 50 per cento dei voti più uno necessari a essere eletto.

L’affluenza alle urne si è attestata intorno al 42 per cento su un totale di 1,7 milioni di aventi diritto. Pahor ha raccolto il 47 per cento dei consensi, mentre Šarec si è fermato al 25 per cento. Terza classificata è Romana Tomc del partito democratico, il principale partito di opposizione in Slovenia, che ha raccolto appena il 13,7 per cento dei voti. Il 30 ottobre saranno proclamati i risultati ufficiali del primo turno, quando terminerà lo spoglio del voto postale.

I candidati

Borut Pahor, leader del partito Socialdemocratico dal 1997, è stato eletto presidente per la prima volta nel 2012, dopo aver servito come primo ministro per quattro anni, dal 2008.

Marjan Sareć invece è un ex attore comico e sindaco della cittadina di Kamnik, che ha definito la propria candidatura come “davvero seria”.

Il presidente della repubblica slovena

La Slovenia è una repubblica parlamentare, il cui capo dello stato svolge un ruolo soprattutto di rappresentanza, anche se su questioni di rilevanza nazionale il governo può chiedere il suo parere. Un presidente sloveno non può ricoprire tale carica per più di due volte consecutive.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Ti potrebbe interessare
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Esteri / Pizza per l’Italia e Chernobyl per l’Ucraina: la gaffe della tv sudcoreana alle Olimpiadi di Tokyo
Esteri / “Una storia horror? Vacanza-studio in Italia”, il tweet di Amanda Knox scatena le polemiche
Esteri / Il Papa: “Ogni giorno 7mila bambini muoiono di fame, è uno scandalo”
Esteri / Il Pride a Budapest: 10mila in piazza contro la legge anti-Lgbt di Orban
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Esteri / India, 4.300 morti in due mesi per i contagi da fungo nero: “Un’epidemia nella pandemia”