Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:18
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Una scuola è stata colpita da un raid aereo in Yemen

Immagine di copertina

L'istituto scolastico elementare è stato raggiunto dai missili della coalizione guidata dall'Arabia Saudita. Ci sono tra le cinque e le otto vittime, tra cui bambini

Un raid aereo della coalizione guidata dall’Arabia Saudita in Yemen ha colpito una scuola elementare nel nord del paese uccidendo cinque persone, martedì 10 gennaio 2017.

A riportare la notizia citando fonti mediche e di sicurezza è l’agenzia di stampa Afp.

Il bombardamento è avvenuto nel distretto di Nihm, controllato dai ribelli sciiti houthi. Tra le vittime ci sarebbero anche due bambini, oltre a tre impiegati della scuola.

L’agenzia di stampa Saba, legata ai ribelli, ha parlato invece di un bilancio di otto morti, tutti bambini, e precisato che il raid ha colpito e raso al suolo la scuola elementare al-Falah, circa 53 chilometri a nordovest della capitale Sanaa.

Un ufficiale militare del governo internazionalmente riconosciuto ha riferito ad Afp che la scuola è stata colpita per errore da due missili e che gli houthi avevano posteggiato due veicoli corazzati nelle vicinanze.

La coalizione a guida saudita, invece, non ha rilasciato alcuna dichiarazione.

Le Nazioni Unite stimano che attualmente siano due milioni i bambini yemeniti che non hanno accesso all’istruzione.

Diverse scuole sono state distrutte o gravemente danneggiate; altre sono occupate da sfollati o dai miliziani.

La coalizione guidata dall’Arabia Saudita è intervenuta nella guerra civile in Yemen per sostenere il governo internazionalmente riconosciuto guidato da Abd Rabbu Mansour Hadi contro l’insurrezione dei ribelli sciiti houthi che controllano la capitale Sanaa dal 2014.

— LEGGI ANCHE: La tragedia dello Yemen, ignorata dal mondo

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Cocaina, marijuana e funghi allucinogeni”: Harry a processo. Visto per gli Stati Uniti a rischio
Esteri / Ungheria, il parlamento ratifica l’adesione della Svezia alla Nato
Esteri / Nord Stream, dopo la Svezia anche la Danimarca chiude le indagini con un nulla di fatto: “È stato un sabotaggio deliberato ma non ci sono le basi per un’azione penale”. La Russia protesta: “Assurdo”
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Cocaina, marijuana e funghi allucinogeni”: Harry a processo. Visto per gli Stati Uniti a rischio
Esteri / Ungheria, il parlamento ratifica l’adesione della Svezia alla Nato
Esteri / Nord Stream, dopo la Svezia anche la Danimarca chiude le indagini con un nulla di fatto: “È stato un sabotaggio deliberato ma non ci sono le basi per un’azione penale”. La Russia protesta: “Assurdo”
Esteri / Caso Navalny, l’entourage: “È stato ucciso perché stava per essere liberato in cambio di un ex ufficiale russo detenuto in Germania”
Esteri / Afghanistan, i talebani riprendono le esecuzioni pubbliche negli stadi: “Giustiziati tre uomini in cinque giorni”
Esteri / Iran: il cantante Mehdi Yarrahi va agli arresti domiciliari
Esteri / Biden: “Il buon sesso è la chiave per il successo di un matrimonio”
Esteri / Usa, soldato si dà fuoco davanti all’ambasciata di Israele: “Non sarò complice di un genocidio”
Esteri / Scambio di colpi tra Hezbollah e le Idf in Libano: 2 morti. Israele chiede le dimissioni del segretario generale Onu
Esteri / Burkina Faso, attentato durante la messa nel nord-est: almeno 15 morti e 2 feriti