Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 07:00
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La Russia non utilizzerà più le basi iraniane per i bombardamenti in Siria

Immagine di copertina

Era la prima volta che una potenza straniera utilizzava una base iraniana dalla seconda guerra mondiale

La Russia ha smesso di utilizzare la base aerea iraniana di Nojeh per i suoi raid in Siria. Lo ha annunciato il ministero degli Esteri iraniano, Javad Zarif. 

La settimana scorsa i bombardieri russi a lungo raggio, Tupolev-22M3 e Sukhoi-34, partiti dalla base aerea Nojeh, vicino alla città di Hamadan, nel nord-ovest dell’Iran, avevano lanciato attacchi aerei contro i gruppi armati in Siria.

Era la prima volta che una potenza straniera utilizzava una base iraniana dalla seconda guerra mondiale. Russia e Iran stanno fornendo sostegno militare cruciale al presidente Bashar al-Assad contro i ribelli e i combattenti jihadisti. 

Alcuni parlamentari iraniani hanno definito la mossa una violazione della Costituzione iraniana, che vieta “la creazione di qualsiasi tipo di base militare straniera in Iran, anche per scopi pacifici”.

Il ministro della Difesa iraniano Hossein Dehghan ha respinto questa critica, ma ha anche rimproverato Mosca per aver pubblicizzato troppo la strategia, definendola come un “tradimento della fiducia”. 

“Non abbiamo dato alcuna base militare ai russi e loro non sono qui per restare”, ha detto Dehghan.

Ha riferito inoltre che non vi era alcun “accordo scritto” tra i due paesi e la “cooperazione operativa” era temporanea e limitata al rifornimento di carburante.

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti la scorsa settimana aveva definito la questione “spiacevole ma non sorprendente”, dicendo di stare controllando se l’accordo violasse la risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite numero 2231, che vieta la fornitura, la vendita e il trasferimento di aerei da combattimento in Iran.

Il 22 agosto il portavoce del ministero degli Esteri iraniano ha detto che l’uso della Russia della base si è concluso.

Il ministro della Difesa iraniano aveva detto però la scorsa settimana che alla Russia sarebbe stato permesso di utilizzare la base Nojeh “per tutto il tempo di cui avrebbero avuto bisogno”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Ti potrebbe interessare
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"