Covid ultime 24h
casi +16.377
deceduti +672
tamponi +130.524
terapie intensive -9

Glasgow, diverse persone accoltellate in un hotel: tre morti, ucciso l’aggressore

Di Donato De Sena
Pubblicato il 26 Giu. 2020 alle 15:32 Aggiornato il 26 Giu. 2020 alle 16:10
64
Immagine di copertina
Immagine via Twitter

Persone accoltellate a Glasgow: tre morti

Oggi pomeriggio, venerdì 26 giugno 2020, tre persone sono morte e altre persone sono rimaste gravemente ferite in seguito a un accoltellamento avvenuto in centro a Glasgow, in Scozia, in un hotel. Tra le vittime ci sarebbe anche l’aggressore, ucciso dalla polizia. Tra gli accoltellati anche un agente di polizia.

Il fatto è avvenuto all’esterno dell’hotel Park Inn su West George Street. L’albergo era chiuso a causa della pandemia ma veniva utilizzato per ospitare i richiedenti asilo.

Sul posto sono intervenuti decine di mezzi della polizia. Gli agenti hanno subito parlato di “un grave fatto”. Alcuni testimoni hanno riferito di aver visto persone insanguinate trasportate via in barella. In seguito un portavoce della polizia ha detto che l’incidente era stato risolto e non c’erano minacce per le altre persone.

È stata la Federazione scozzese di polizia a riferire di un agente di polizia tra gli accoltellati. La polizia scozzese ha anche reso noto che il fatto è avvenuto a West George Street, nel centro di Glasgow, strada che è stata immediatamente chiusa all’accesso. La polizia ha consigliato di evitare l’area ma ritiene che ora la situazione sia “sotto controllo”.

La premier scozzese Nicola Sturgeon in un tweet ha invitato la cittadinanza a seguire le indicazioni delle autorità. “Le notizie che arrivano da Glasgow City Centre sono davvero terribili”, ha scritto. “Il mio pensiero va alle persone coinvolte. Vengo aggiornata man mano che la situazione diventa più chiara Aiutate i soccorritori a fare il loro lavoro restando lontani dall’area e non condividete informazioni non confermate”.

Anche la polizia ha invitato ad evitare l’area. L’accoltellamento a Glasgow avviene appena sei giorni dopo quello di Reading, dove tre persone sono state uccise ed altre due ferite in modo grave nel parco di Forbury Gardens. Responsabile di quell’attacco, definito di matrice terroristica dalla polizia, un richiedente asilo libico 25enne, Khairi Saadallah.

Tutte le notizie di esteri di TPI

64
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.