Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:23
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Basta camerieri, ok a scienziati e ingegneri: al via la stretta sull’immigrazione del Regno Unito

Immagine di copertina

“Vogliamo attirare persone di talento da tutto il mondo, indifferentemente dalla loro nazionalità”: è questo il messaggio lanciato dalla Ministra degli interni britannica Priti Patel, che ieri ha presentato le nuove misure in materia d’immigrazione del Regno Unito: un sistema a punti che premierà chi è particolarmente talentuoso o famoso, coloro che si sono aggiudicati – nel corso della propria carriera – riconoscimenti internazionali come i Bafta, i Golden Globe, gli Oscar o altri premi in ambito artistico, ma anche scientifico e tecnologico, come il premio Turing per gli informatici.

La ministra inglese ha detto che a questi professionisti sarà riservato un punteggio maggiore e quindi sarà più facile per loro ottenere un visto di lavoro per stabilirsi eventualmente nel Regno Unito. Queste persone per Patel sono “arrivate all’apice della propria carriera” e per questo “hanno molto da offrire al Paese”. Per gli altri non sarà altrettanto facile entrare in Inghilterra. Come già accade in Australia o in buona sostanza negli Usa, per ottenere un visto sarà necessario avere un titolo, dimostrare di conoscere la lingua e avere già un reddito allineato con quello pro-capite del Regno Unito, pari a circa 27mila sterline l’anno.

In barba alla tradizione di una terra in cui da decenni giovani europei e di tutto il mondo fanno il proprio ingresso nel Paese senza titoli e senza conoscere la lingua, proprio perché è a Londra o nei dintorni che vogliono impararla, lavorando in bar e ristoranti per vivere un’esperienza di vita e, in alcuni casi, tentare la fortuna. Ma questa tradizione rischia adesso di andare definitivamente in frantumi, a discapito di chi sognava di varcare il binario “nove e tre quarti” di King’s Cross Station, le strade romantiche di Notting Hill o quelle della musica “brit” anni ’80, divertirsi a Shoreditch o a Camden town. Con buona pace dei gestori di ristoranti e bar che difficilmente, quando il Paese riuscirà a tornare ai ritmi pre pandemia, troveranno la stessa quantità di forza lavoro, in settori che negli ultimi anni sono stati occupati quasi totalmente da stranieri, e in cui i britannici non sono più abituati a lavorare.

Per fare un bilancio economico, comunque, bisognerà attendere almeno un altro anno. Quello che colpisce al momento è che, da un lato, con la Brexit gli europei saranno considerati a tutti gli effetti extra-comunitari, come i cittadini di altre nazioni o continenti, dalla Russia al Canada, senza nessuna corsia preferenziale; dall’altro, l’impronta che il governo di Boris Johnson vuole dare all’immigrazione, e cioè quella di un’ “accoglienza” elitaria, che dà opportunità solo a chi gode già di fama e riconoscimenti, ai “migliori e ai più intelligenti”, ha specificato Patel, a cui verranno concessi i visti più velocemente nell’ambito del sistema a punti. Un modo diverso di guardare all’immigrazione, per cui non conta dove sei nato, sarai sempre il benvenuto. Se hai vinto un Oscar.

Leggi anche: 1. Cosa succede agli italiani che vivono nel Regno Unito dopo il 31 gennaio 2. Brexit, dalle dogane allo stop all’Erasmus: cosa cambia adesso per gli italiani

Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi umanitaria in Etiopia: raid contro un mercato nel Tigray, decine di vittime
Esteri / Mar Nero, russi sparano colpi di avvertimento contro una nave britannica
Esteri / Dimentica di essere sposato per via dell'Alzheimer e fa una seconda proposta alla moglie
Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi umanitaria in Etiopia: raid contro un mercato nel Tigray, decine di vittime
Esteri / Mar Nero, russi sparano colpi di avvertimento contro una nave britannica
Esteri / Dimentica di essere sposato per via dell'Alzheimer e fa una seconda proposta alla moglie
Esteri / Von der Leyen contro la legge ungherese anti-Lgbt: “È una vergogna”
Esteri / Hong Kong: dopo gli arresti chiude l’Apple Daily, principale quotidiano pro-democrazia
Esteri / Il presidente delle Filippine Duterte minaccia l’arresto per chi rifiuta il vaccino
Esteri / Madrid concede la grazia ai separatisti catalani condannati per il referendum del 2017
Esteri / Un messaggio in bottiglia ha unito due adolescenti attraverso l’Oceano Atlantico, a distanza di 3 anni
Esteri / “Le guardie libiche violentano le minorenni nei centri di detenzione”
Esteri / Svezia, sfiduciato il governo per la prima volta. Scontro sulla legge per liberalizzare gli affitti