Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Cosa scriverebbe Trump se usasse Tripadvisor

Immagine di copertina

Un sito ha immaginato come sarebbero i commenti lasciati dal presidente degli Stati Uniti per descrivere le tappe del suo primo viaggio ufficiale all'estero

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha svolto dal 20 al 27 maggio il suo primo viaggio ufficiale all’estero, effettuando un tour di diversi paesi, dal Medio Oriente all’Italia, che per la prima volta venivano visitati dal successore di Barack Obama.

Durante il suo viaggio, Trump, accompagnato dalla moglie Melania e dalla figlia Ivanka, ha avuto modo di recarsi a Riad, in Arabia Saudia, per poi spostarsi a Gerusalemme, in Israele, a Roma e in Vaticano, dove ha incontrato Papa Francesco, in Belgio e infine a Taormina, dove si è tenuto il vertice del G7.

Per l’occasione, Mashable ha immaginato come sarebbero le recensioni su TripAdvisor firmate da Trump per descrivere il suo viaggio, e i risultati sono esilaranti.

Riprendendo il tono dei tweet del presidente, spesso lapidari e offensivi, le recensioni di Trump sembrano dipingere i luoghi da lui visitati in maniera poco lusinghiera, rappresentandolo come un tipico americano all’estero incapace di apprezzare la bellezza di ciò che vede.

Ecco alcuni esempi:

Il muro del pianto a Gerusalemme

“Davvero un bel muro”

Quando sono stato al muro, ho detto ai miei amici: “Ne dobbiamo costruire uno così”. Potrà non piacere ai Democratici al Congresso, ma dai nostri amici israeliani possiamo imparare qualcosa. Sono davvero un passo avanti quando si tratta di muri. Non guasterebbe uno snack bar, avevo fame.

Il Vaticano

“I tappeti sono vecchi”

Sentite, io adoro Papa Francesco. E lui adora me! Ma gliel’ho dovuto dire: Francesco, casa tua è polverosa. Voglio dire, se devi ospitare i più grandi leader mondiali, devi avere un bel tappeto moderno. Il suo era orrendo. Quando ho cercato di comprare uno dei loro dipinti noiosissimi i suoi uomini mi hanno urlato contro. Posto terribile per fare shopping.

Quartier generale della Nato a Bruxelles